Polo materno-infantile, la Regione resiste: «Ospedale Loreto Mare necessario»

di Ettore Mautone

0
  • 63
Il Piano ospedaliero non si tocca: il Polo materno infantile al Loreto Mare è essenziale per salvare la funzione strategica del presidio di Via Vespucci, per evitare duplicazioni di funzioni con un dipartimento di emergenza quale è Villa Betania a prevalente vocazione materno infantile. Di più, con la dotazione di una guardie ginecologica attiva nelle 24 ore al pronto soccorso dell'ospedale del mare si tutela anche l'evenienza di urgenze mediche, chirurgiche o traumatologiche che riguardino una donna in gravidanza. È questa la posizione della Regione alla vigilia del confronto al ministero della Salute sui contenuti del riordino ospedaliero e sulla verifica dei Livelli di assistenza. Il duello tra ministro della Salute e Governatore sarà giocato su questioni molto tecniche ma assumerà sempre più, nel corso delle prossime settimane e mesi, un contenuto politico. In ballo ci sono non solo il Piano di rientro dal debito, il punteggio raggiunto dai Livelli essenziali di assistenza (Lea), i tempi e i modi per la fuoriuscita della Sanità campana dal tunnel del decennale commissariamento, ma anche il posizionamento strategico e politico all'interno dei rispettivi schieramenti di governo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 19 Novembre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 19-11-2018 13:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP