Pompei, il Puc è 4.0: piattaforma web per raccogliere le idee dei cittadini

Giovedì 17 Giugno 2021 di Susy Malafronte
Pompei, il Puc è 4.0: piattaforma web per raccogliere le idee dei cittadini

Il Puc a Pompei è 2.0: da oggi è attiva la piattaforma web per raccogliere i suggerimenti di cittadini e imprenditori. Dopo Santuario e Parco Archeologico è il turno di cittadini, commercianti e imprenditori scrivere il nuovo Puc di Pompei. Il sito del comune, infatti, si presta a piattaforma web per catalogare idee e suggerimenti per ridisegnare la Pompei a misura di turismo religioso, archeologico e di funzionalità per cittadini e commercianti. Un Puc partecipato, dunque, redatto dai pompeiani. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carmine Lo Sapio, sta redigendo il Piano Urbanistico Comunale del quale, con delibera di giunta, è stato già approvato un preliminare che ha permesso, così, l'avvio della fase di consultazioni. «Le consultazioni - sottolinea il primo cittadino - garantiscono la partecipazione e la pubblicità dei processi di pianificazione attraverso il coinvolgimento di tutti soggetti, pubblici e privati, nel procedimento dei piani o delle loro varianti».

Per avviare un processo di «pianificazione partecipata» e consentire un più ampio e diffuso coinvolgimento della cittadinanza, l’amministrazione ha voluto coinvolgere i cittadini, le attività economico-commerciali e gli imprenditoriali presenti sul territorio di Pompei, che - attraverso la compilazione di un apposito questionario reperibile sulla piattaforma web http://www.comune.pompei.na.it/questionari/ - potranno fornire il proprio contributo e i propri suggerimenti in merito al Piano Urbanistico Comunale. Il questionario, scaricato nell’apposita sezione del sito web istituzionale interamente dedicata al Puc (http://www.comune.pompei.na.it/PUC2/), e potrà essere consegnato a mano presso l’ufficio protocollo generale dell'ente, spedito all’indirizzo Comune di Pompei Piazza Bartolo Longo 80045, Pompei, inviato via pec all'indirizzo mail protocollo@pec.comune.pompei.na.it.

Qualsiasi sia la modalità di trasmissione scelta (per cui va sempre indicato l’oggetto «Partecipazione al Piano Urbanistico Comunale») i questionari compilati dovranno essere consegnati entro le ore 12 del 21 agosto. L'ex piano regolatore, vecchio di 50 anni, andrà, così, in pensione per dare spazio ad un moderno strumento urbanistico che modellera' Pompei a misura di turisti, pellegrini, di economia che cresce e di famiglie alla ricerca di spazi pubblici sani e che rispettano l'ambiente. Oltre a realizzare strutture e infrastrutture per pianificare una città pari ai modelli turistici, il Puc - la cui redazione è affidata all'architetto Pasquale Miano - darà particolare attenzione alle criticità del territorio, i cosiddetti veri «punti caldi» quale è il rischio Vesuvio.

Ultimo aggiornamento: 14:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche