Portici, via alla stagione anti-sprechi: tagli ai consiglieri comunali

di Paola Russo

  • 41
Riparte con un netto taglio ai costi della politica l'attività del consiglio comunale di Portici dopo la pausa estiva. Il come lo hanno decretato ieri pomeriggio i diciotto consiglieri che hanno votato a favore della modifica al regolamento del funzionamento delle commissioni consiliari. La riunione d'Assise ha approvato il documento che consentirà di ridurre drasticamente la durata delle commissioni, con immaginabili benefici per le casse dell'Ente. Nel dettaglio, la maggioranza visto che l'opposizione ha abbandonato l'aula al momento del voto ha stabilito di limitare l'orario della durata dei lavori da 8 a 3 ore.

Un taglio di circa cinque ore, con il quale si potranno di conseguenza anche ridimensionare i rimborsi alle aziende dove risultano assunti i consiglieri comunali lavoratori. Per quanto concerne inoltre il tempo impiegato per raggiungere il posto di lavoro, la legge parla chiaro. Per le ditte che si trovano nei comuni contigui alla città della Reggia, saranno riconosciuti trenta minuti per l'andata e trenta per il ritorno. Mentre, per le destinazioni più distanti si sale a sessanta minuti, sempre per entrambi gli spostamenti. E così, con una manovra antispese, elaborata dal consigliere e presidente della commissione Affari Istituzionali Ciro De Martino, l'Ente di via Campitelli potrà risparmiare ancora, dopo che sindaco e giunta avevano già rinunciato ad auto di servizio, telefoni ed altri benefici. Aspra la reazione della minoranza, in particolar modo del Movimento cinque Stelle, culminata con l'assenza al momento della votazione. D'Accordo il consigliere Mauro Mazzone, che proprio qualche mese fa sollecitò una simile rivoluzione.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 11 Settembre 2018, 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP