Primo maggio a Napoli, il sindaco Manfredi: «Governo ascolti parti sociali, sindacato e imprese»

Domenica 1 Maggio 2022
Primo maggio a Napoli, il sindaco Manfredi: «Governo ascolti parti sociali, sindacato e imprese»

«È un primo maggio anche di riflessione. I dati che emergono sulle grandi difficoltà del lavoro, sul tasso di disoccupazione molto alto, sul tema dei salari che sono erosi dall'inflazione con un impatto enorme sul potere d'acquisto ci sottolineano la necessità di fare un grande intervento sul lavoro, per garantire più lavoro ma anche salari più adeguati e dignitosi per tutti». Lo ha detto il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, intervenuto alla manifestazione organizzata a Napoli da Cgil, Cisl e Uil per il Primo Maggio

«Abbiamo tante vertenze sul nostro territorio - ha ricordato Manfredi - tante difficoltà a cominciare dalla Whirlpool su cui stiamo facendo una grande battaglia per fare in modo che quel luogo simbolico diventi non un luogo di desertificazione industriale, ma di rinascita del lavoro. Poi c'è il problema dei nostri giovani, che oggi sono costretti ad andare via per un'occupazione più stabile e dignitosa, e questa è una grande sconfitta per Napoli. Davanti a noi abbiamo tanti dubbi, tante difficoltà, tanti momenti che ci dicono che l'unica strada da perseguire è quella della grande unità tra il mondo del lavoro, delle produzioni, delle istituzioni. Camminare insieme per fare in modo che si possa creare una prospettiva comune di maggiore crescita e maggiore sviluppo. Questo non lo si fa con le parole o i proclami, si fa con le cose concrete. Mai come in questo momento abbiamo bisogno di unità, di avere un progetto condiviso e di rimettere al centro delle politiche nazionali ed europee il Mezzogiorno. Dobbiamo portare più risorse e impresa nella nostra città e nella nostra area metropolitana, solo così riusciremo a dare una prospettiva stabile a tutti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA