Regione Campania, niente strappi sulla manovra: adesso i grillini votano con i deluchiani

Giovedì 27 Maggio 2021 di Adolfo Pappalardo
Regione Campania, niente strappi sulla manovra: adesso i grillini votano con i deluchiani

Niente sussulti e strappi nonostante gli oltre 256 emendamenti presentati al collegato alla legge di Stabilità regionale. Ieri il passaggio in Commissione ma lo stesso film lo rivedremo, quasi sicuramente, anche in consiglio regionale già dalla settimana prossima: la fine delle classiche schermaglie tra maggioranza ed opposizione. Dettaglio, ancora, non indifferente: la manovra vale giusto 10 milioni di euro (si era partiti da 50 se fossero state accolte tutte le richieste dei partiti negli emendamenti) e quasi per intera viene finanziata dalla rinegoziazione dei tassi di interesse dei mutui stipulati a suo tempo dalla Regione.

Tra le proposte emendative presentate e poi accolte ci sono il conferimento di funzioni in materia di concessioni demaniali marittime nei porti di rilievo regionale ed interregionale e la destagionalizzazione delle attività turistiche dei lidi balneari; una deroga alle norme attuali al fine di favorire l'accesso ai contributi agli affitti anche in situazioni debitorie nei confronti della Regione e la semplificazione delle procedure per la costruzione e l'esercizio degli impianti di produzione elettrica da fonti rinnovabili. 

«Il collegato alla legge di stabilità regionale 2021 completa la programmazione economica e finanziaria regionale e dà slancio al conseguimento degli obiettivi fissati dal Documento di Economia e Finanza regionale», spiega il consigliere regionale democrat Francesco Picarone, presidente della Commissione Bilancio che sottolinea: «Ma si punta anche sulla semplificazione dell'azione amministrativa, sul turismo e sulla razionalizzazione delle società regionali nell'ottica di contribuire all'economia e al lavoro nella nostra regione. Sono soddisfatto in generale della manovra anche perché c'è stata una grande concertazione con i colleghi e non si sono registrati strappi tra maggioranza e opposizione».

Anzitutto, in materia di concessioni demaniali, la Campania per la prima volta prevede di allungare la stagione turistico-balneare dando l'ok all'apertura dei lidi non più per 8 mesi ma 12 mesi l'anno mentre viene concesso ai comuni di gestire, su richiesta, le concessioni demaniali delle aree portuali (ma vale solo per i piccoli scali). Per garantire la continuità di Città della Scienza viene, ancora, stanziato 1 milione di euro per il 2021 mentre altri 400mila euro vengono stanziati per finanziare le cure psico-fisiche post Covid. E sempre in tema di emergenza abitativa, anche in Comune che hanno debiti con la Regione, possono usufruire e concedere aiuto nell'ambito dell'emergenza abitativa. Sul fronte delle partecipate, infine, viene finanziata e vengono concessi nuovi poteri alla ex agenzia per le Universiadi che ora si occuperà della gestione degli impianti sportivi. 

Video

Soddisfatti anche i grillini. Con in prima fila la capogruppo Valeria Ciarambino che si vede approvare 900mila euro per il distretto del Mare individuato al molo San Vincenzo del Porto di Napoli, dove sviluppare economia legata al Mediterraneo attraverso insediamenti piccole e medie imprese e start up innovative all'insegna della blue economy. Mentre un emendamento Ciarambino con il collega verde Borrelli garantirà la pulizia dei laghi flegrei in vista di Procida 2022.

«Sono soddisfatta perché, grazie all'approvazione dei nostri emendamenti, potremo dare una visione nuova alla nostra regione, dotandola ad esempio di un Distretto del Mare, dove far crescere e sviluppare l'economia del mare, stimolando la crescita di nuove imprese e creando nuova occupazione legata al nostro oro blu. Abbiamo sbloccato inoltre - commenta la capogruppo M5s Valeria Ciarambino - i fondi per i contributi agli affitti ai comuni morosi con la Regione, per andare incontro alle esigenze di famiglie indigenti. Rilanceremo la nostra arte orafa, vera eccellenza napoletana, e dedicheremo risorse alla pulizia dei laghi flegrei in vista di Procida 2022. Provvedimenti che guardano alla ripresa della Campania e all'uscita dalla crisi post Covid». 

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 07:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA