Renzi: «Su Bagnoli il nuovo governo
ha scelto una politica suicida»

Giovedì 9 Maggio 2019
Sulla riqualificazione di Bagnoli «credo che il Governo abbia fatto un clamoroso errore». Così Matteo Renzi risponde a margine di un incontro sulla consegna di borse di studio a studenti di scuole superiori ad Ercolano ( Napoli). «Noi siamo venuti a Napoli con la valigetta piena di soldi. Abbiamo discusso, litigato, abbiamo avuto anche molte polemiche del sindaco de Magistris per il modello che avevamo immaginato ma poi fortunatamente de Magistris - ha detto ancora l'ex premier - ha cambiato idea e ha capito che il commissario Nastasi non era contro di lui ma era per Bagnoli. Questo lavoro ha sbloccato finalmente le autorizzazioni, abbiamo vinto i ricorsi e alla fine abbiamo vinto e abbiamo messo i soldi per la più grande opera di recupero ambientale in Europa in uno dei luoghi più belli del mondo».

Renzi ha quindi sferrato un attacco al Governo attuale e ha detto: «Il nuovo Governo ha scelto una politica suicida su Bagnoli: il ministro Lezzi è palesemente inadeguata ma lo capiamo dalla sue frasi sul pil, da ciò che ha sempre sostenuto. È stato scelto un ministro che è totalmente incapace di fare il ministro in particolar modo a Bagnoli e il lavoro straordinario fatto da Salvo Nastasi, sia a Bagnoli che a Matera, è un lavoro che oggi il Governo ha nelle mani. Io faccio un appello a chi ha responsabilità istituzionali perché si renda conto che a Bagnoli basta semplicemente attaccare la spina. È tutto pronto. Mi sembra che sia tutto fermo, invece! Ed è un vero peccato, non solo per Napoli ma direi per tutto il territorio nazionale». © RIPRODUZIONE RISERVATA