Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Salario minimo, Potere al Popolo in piazza per la dignità dei lavoratori

Giovedì 23 Giugno 2022
Salario minimo, Potere al Popolo in piazza per la dignità dei lavoratori

Attivisti di «Potere al Popolo» hanno inaugurato con un flash-mob sul lungomare di Napoli la «Giornata di mobilitazione e di informazione per il salario minimo» lanciando l'hashtag #almeno10euro. Oltre all'hashtag gli attivisti hanno anche esposto uno striscione con la scritta «Vogliamo il salario minimo: basta salari da fame!». «Oggi, in tutta Italia - spiega all'Ansa un portavoce del partito - «Potere al popolo» è in piazza per chiedere un salario minimo di almeno 10 euro lordi l'ora. Non è una richiesta assurda, ma un passo necessario per far riconquistare dignità e più diritti ai lavoratori ».

«Il nostro - spiega Gianpiero Laurenzano, coordinatore cittadino di «Potere al Popolo Napoli» - è l'unico Paese dove dal 1990 gli stipendi non fanno altro che diminuire e piu di una persona su dieci vive in povertà anche se lavora. La percentuale aumenta tra i giovani: un lavoratore su 6 è povero. Di recente, anche il Parlamento europeo ha votato una direttiva per introdurre un minimo salariale in tutti i paesi europei»

© RIPRODUZIONE RISERVATA