Sant'Antimo, il sindaco resiste: altri 12 consiglieri al posto dei ribelli

di Nella Capasso

Lo scioglimento del consiglio comunale, decretato due giorni fa in uno studio notarile di Caserta, potrebbe non essere valido. Per uno dei tredici consiglieri che hanno firmato l'interruzione dell'attività dell'amministrazione guidata da Aurelio Russo vi è stato, alla presenza del notaio Giuseppe Ronza, un errore nella trascrizione della data di nascita. È su questo dettaglio che Russo ha costruito la sua opposizione al provvedimento: «Gli uffici comunali hanno provveduto a comunicare tale circostanza alla prefettura di Napoli».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 20 Luglio 2019, 14:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP