Tony Colombo e la mamma di Borrelli in scooter contromano: «Inquietante che mia madre sia pedinata»

Venerdì 7 Febbraio 2020 di Oscar De Simone
La battaglia mediatica tra Tony Colombo e Francesco Emilio Borrelli va avanti e stavolta è il cantante neomelodico a passare al contrattacco attraverso un video, pubblicato su una delle sue storie Instagram. Protagonista del filmato, girato lungo via Solitaria nel quartiere del Pallonetto di Santa Lucia, è la madre del consigliere regionale che - in sella al suo motorino - percorre in controsenso un tratto di strada che si congiunge alla vicina via Pallonetto. Una scena che in poco tempo ha attirato l'attenzione degli internauti e dei followers dei due contendenti. «Carissimo - si legge nel commento alla storia - fate tanto il moralista, il giusto, il perfetto che vuole una Napoli migliore e poi vostra madre va contromano sul motorino? Stai messo malino ultimamente caro mio».

LEGGI ANCHE Tony Colombo attacca Borrelli: ecco la vendetta contromano 

Una clip che in breve tempo ha scatenato anche lo stupore e l'indignazione del consigliere regionale dei Verdi che l'ha definita allarmante e fuori luogo. «Ritengo inquietante - afferma Borrelli - che mia madre sia stata ripresa a sua insaputa. Immagino che sia stata seguita così come forse sarò stato seguito io, ma mi domando quale sia lo scopo di questo filmato. Forse quello di intimidirmi? Su una cosa voglio essere chiaro: il concetto di legalità in cui credo è un concetto che vale sempre e comunque, a prescindere dalle persone coinvolte. Non è un concetto che cambia se la persona in questione è un mio parente o uno sconosciuto. Detto in altri termini: mia madre ha sbagliato e deve pagare, così come qualsiasi altro cittadino. Senza se e senza ma. Quindi voglio ringraziare Tony Colombo, perché mi ha dato modo ancora una volta di dimostrare che la mia battaglia non è astratta o di puro principio, ma è una lotta che non fa sconti a nessuno, nemmeno a mia madre». Borrelli aggiunge: «La Napoli delle persone perbene è una Napoli in cui dobbiamo combattere anche il più piccolo gesto che infrange le regole e la legge, fossero pure cinque metri fatti contromano. E voglio anche congratularmi con lui (Colombo, ndr) perché vedo che ha iniziato ad interessarsi del rispetto delle regole e della legalità. Benvenuto fra noi». Pensieri chiari e diretti quelli che il consigliere regionale ha rivolto all'artista siciliano, attraverso la sua pagina Facebook, protagonista del contestato flash mob al Plebiscito. Parole in sintonia con il concetto espresso dalla stessa inconsapevole protagonista del filmato che commenta senza mezzi termini. «Nella strada al centro delle polemiche - sottolinea la signora Diana - tutti vanno in quella direzione. Siamo stati sempre convinti che si potesse passare ma poi, un bel giorno, mi sono accorta di essere fotografata. Quel tratto ci evita di scendere sino a piazza del Plebiscito, per questo lo percorriamo. Non avevo idea che fosse in controsenso perché non è mai stato chiaro a nessuno». Ultimo aggiornamento: 14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA