Barche e giochi, dopo le Universiadi è allarme per tre milioni di attrezzi

di Gianluca Agata

  • 127
L'eredità dell'Universiade napoletana non è solo il lascito degli impianti ristrutturati e oltre cinquemila volontari che saranno le basi su cui costruire la dirigenza sportiva del futuro regionale ma anche tre milioni di euro di attrezzatura sportiva. Dal tappeto sul quale Carlotta Ferlito ha vinto l'oro nella ginnastica, alla pedana dove Rebecca Gargano ha conquistato l'oro nella sciabola femminile, fino alle porte della pallanuoto maschile, oppure ai blocchi di partenza dell'atletica leggera. Tutto incredibilmente nuovo, luccicante e appetibile.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 16 Luglio 2019, 07:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP