Vaccini, Martusciello: «Il Ceo di Pfizer rispetti l'Eurocamera»

«Non ci sono esenzioni e non c'è un regime di diritto speciale per le multinazionali»

È di nuovo polemica sui vaccini Covid
È di nuovo polemica sui vaccini Covid
Lunedì 5 Dicembre 2022, 22:33 - Ultimo agg. 6 Dicembre, 12:47
2 Minuti di Lettura

«Per la seconda volta in meno di due mesi Albert Bourla, amministratore delegato della multinazionale Usa Pfizer, che ha prodotto insieme alla tedesca BioNTech il vaccino anti-Covid acquistato in enormi quantitativi
dalla Commissione europea, rifiuta il confronto con i parlamentari europei». Lo ha detto Fulvio Martusciello, capo delegazione di Forza Italia in Parlamento europeo. 

Video

Per Martusciello «la decisione di Bourla è tanto più grave dopo l'ammissione della portavoce dell'azienda sul mancato test di efficacia dei vaccini contro i contagi, e mentre è in corso una indagine del Parlamento europeo sulle forniture dei vaccini, acquistati a trattativa privata con lo stesso Bourla. Il Ceo di Pfizer deve rispettare il Parlamento europeo, espressione di 500 milioni di cittadini comunitari, e venire a testimoniare davanti ai deputati. Non ci sono esenzioni e non c'è un regime di diritto speciale per le multinazionali. Ci aspettiamo - conclude Martusciello - una risposta adeguata da parte della Commissione europea e dello stesso Parlamento di fronte a questo intollerabile atto di arroganza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA