Campania bellezza del Creato, ripartono dal borgo Casamale di Somma Vesuviana gli incontri per la tutela del patrimonio storico e artistico

Mercoledì 16 Giugno 2021
Una veduta del borgo aragonese del Casamale

Ripartire dalla Bellezza e dalla Custodia del Creato. Mercoledì 23 giugno, alle 19:30, nella Collegiata di San Pietro Apostolo in Santa Maria Maggiore nel Borgo di Casamale in Somma Vesuviana riprendono gli incontri dal vivo del progetto/laboratorio culturale “Campania Bellezza del Creato”, nato da una costola dell’Associazione Culturale Terre di Campania APS ad opera di Giuseppe Ottaiano, appassionato viaggiatore, documentatore fotografico e divulgatore della regione che ritiene la più bella del mondo, la Campania.

Dal suo viaggio pluriennale sono originati fino ad oggi tre volumi, dedicati ognuno ad un particolare aspetto della nostra regione: Campania Bellezza del Creato, che dà il titolo all’intera Collana, dedicato al paesaggio naturale e antropologico della nostra regione; Terra d’Acque, dedicato alla valorizzazione dell’immenso patrimonio idrico campano; Terre di Vite, dedicato alla conoscenza del paesaggio vitivinicolo del nostro territorio

Giuseppe Ottaiano presenterà i volumi unitamente al racconto della propria esperienza personale sul territorio, nel solco di una condivisione che intende favorire la valorizzazione e la diffusione della conoscenza del patrimonio culturale, naturalistico e antropologico della nostra regione, anche al fine di sviluppare l’educazione alla sua tutela presso le nuove generazioni. Non è un caso che gli incontri dal vivo di presentazione del progetto “Campania bellezza dl Creato” ripartano proprio da Somma Vesuviana, città di antica storia, arte e cultura, situata in una posizione geografica estremamente felice, sulle pendici di quella montagna che è il simbolo della Campania, e dal Borgo Casamale che ne costituisce il cuore storico e vitale.

Con l’autore dialogano il professore Antonio De Simone, archeologo di fama internazionale, legato a Somma anche dal prezioso lavoro di scavo, svolto insieme alla missione archeologica dell’Università di Tokyo, della cosiddetta “villa augustea”, e padre Giuseppe D’Agostino, parroco della Collegiata. A moderare l’incontro, che prevede anche interventi del pubblico per un costruttivo dibattito, sarà Maddalena Venuso, giornalista ed editor dei volumi.

Parte del ricavato dell’eventuale vendita dei libri andrà a sostenere la raccolta fondi finalizzata alla ristrutturazione della facciata della Collegiata, già avviata dalle locali associazioni Tramandars, Amici del Casamale e Arcobaleno, invitate a partecipare insieme a tutte le associazioni cittadine. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA