Vico, premio Capo d’Orlando al premio Nobel Emmanuelle Charpentier

Cultura
Cultura
di Antonino Siniscalchi
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 13:21 - Ultimo agg. 6 Ottobre, 18:57
4 Minuti di Lettura

Venerdì prossimo,  alle ore 18, tradizionale appuntamento con la cultura e la divulgazione. Il Museo Mineralogico Campano - Fondazione Discepolo ha organizzato nello storico Castello Giusso la ventiquattresima edizione del Premio Scientifico Internazionale “Capo d’Orlando”, che tra gli altri è stato attributo e consegnato a 17 Premi Nobel.

La manifestazione pubblica sarà presieduta da  Matteo Lorito, Rettore dell’Università “Federico II” di Napoli, ateneo che patrocina la manifestazione unitamente a CNR, UGIS, Regione Campania e Città di Vico Equense. La targa d’argento, riproducente uno dei pesci fossili del Cretaceo rinvenuto nel XIX secolo a Capo d’Orlando (Vico Equense), sarà consegnata durante una manifestazione pubblica imperniata su conferenze ed interventi dei premiati delle varie sezioni. Per quella scientifica sarà insignita Emmanuelle Charpentier, Premio Nobel per la Chimica nel 2020 e Direttrice dell’Istituto di Malattie Infettive del Max Planck Institute di Berlino. La scienziata francese è co-inventrice della CRISPR, la rivoluzionaria tecnica definita come il “tagli e cuci” del DNA, che sta aprendo nuovi campi di ricerca in microbiologia e applicazioni mediche.

Per la sezione “Scienza e Alimenti” verrà premiata Carla Ferreri, Primo Ricercatore del CNR di Bologna. Per la sezione “Comunicazione Multimediale” sarà insignito il Dr. Gennaro Sangiuliano, Direttore del TG2 della Rai, ideatore della rubrica “Alla scoperta dei Musei d’Italia”. Per “Scienza e Industria” la targa d’argento sarà ritirata dal Dr. Alberto Candiani, Presidente di Candiani Spa, una delle aziende leader a livello internazionale della moda ecosostenibile, mentre per la sezione “Divulgazione” sarà premiato il Prof. Enrico Alleva, Vice Presidente del Consiglio Superiore di Sanità di Roma. Il riconoscimento per il “Management Culturale” sarà consegnato a Fabio Pagano, Direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei. L’evento sarà moderato dalla Dr.ssa Anna Meldolesi, giornalista del “Corriere della Sera”.

Il Premio “Capo d’Orlando”, ideato nel 1999 da Umberto Celentano, Direttore del Museo di Vico Equense, vanta nel suo Albo d’Oro protagonisti della scienza come il matematico John F. Nash, la cui storia ha ispirato il film “A Beautiful Mind”, il biologo James Watson, co-scopritore del DNA, il fisico Andre Geim, artefice della scoperta del Grafene, di cui ha donato esemplari al Museo di Vico Equense, e dal 2020 ha come Presidente Onorario Sir Paul Nurse, Premio Nobel, e Direttore del Francis Crick Institute di Londra. «Siamo lieti di accogliere anche quest’anno illustri esponenti del mondo della scienza, della divulgazione e della cultura - spiega il dott. Umberto Celentano - che renderanno sempre più prestigioso il palmarès della nostra manifestazione. In un mondo sempre più complesso alle prese con tante sfide, anche scientifiche, la conoscenza e la corretta divulgazione sono strumenti fondamentali per comprendere e sapersi orientare». La manifestazione, con la sua lunga e consolidata tradizione alle spalle, è da tempo parte integrante del programma turistico-culturale della Città di Vico Equense e contribuisce ad elevarne il nome a livello internazionale: «Il premio - aggiunge il sindaco Giuseppe Aiello - rappresenta un pubblico riconoscimento nei confronti di chi opera con grandi risultati nel mondo della scienza e della ricerca. Un appuntamento di grande richiamo, capace di attrarre l’attenzione dei media e di creare un indotto turistico di grande qualità, vista anche la partecipazione di protagonisti di fama mondiale. Siamo orgogliosi di poter promuovere eventi come questo che si tengono da oltre 20 anni a Vico Equense, arricchendone l’offerta culturale e turistica, contribuendo a impreziosire l’immagine della nostra città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA