Capodanno Cinese al Mann: il programma tra calligrafia e degustazione del tè

Martedì 25 Gennaio 2022
Capodanno Cinese al Mann: il programma tra calligrafia e degustazione del tè

Anche quest’anno Livecode Full media agency, l’Istituto Confucio, l’Associazione culturale “Ciao Cina” in collaborazione con il MannMuseo Archeologico Nazionale di Napoli organizzeranno il Capodanno Cinese a Napoli 2022, giunto alla sua quinta edizione, per dare il benvenuto all’anno della tigre con un messaggio di rinascita e condivisione. L’evento ha l’obiettivo di rafforzare gli scambi culturali tra Cina ed Italia e di promuovere ulteriormente il rispetto e la comprensione reciproca tra i due popoli.

Video

La Tigre è il terzo segno secondo l’oroscopo cinese ed è l'animale che incarna forza, coraggio e impulsività. È una fiera spesso indomabile e irruente, due tratti che fanno presagire un anno pieno di colpi di scena, dinamico e sfaccettato. Quest’anno il Capodanno Cinese 2022 prevederà un programma composto da esibizioni e dimostrazioni pratiche di tecniche e cultura cinese. Le dimostrazioni in collaborazione con l’Istituto Confucio e l’Associazione culturale “Ciao Cina” saranno realizzate al Mann che per l’occasione ospiterà gli stand di calligrafia, ritaglio della carta e mahjong nel suo splendido atrio e una particolare esperienza di degustazione del tè nel nuovissimo Mann caffè in collaborazione con Qualcosaditè.

Durante tutta la giornata infatti sarà possibile assistere alle dimostrazioni e alle esibizioni, che quest’anno vedranno il susseguirsi di un momento musicale con pianista, un’esibizione con mandolino e una dimostrazione di Taijiquan a cura dell’Associazione Italy Chen Xiaojia. Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli per festeggiare l'anno della tigre ha scelto di esporre nell’atrio un reperto archeologico iconico. Un mosaico raffigurante Dioniso fanciullo in groppa a una tigre proveniente dalla casa del Fauno.

Il reperto sarà presentato nell’atrio del museo alle ore 17:00 che corrispondono alla mezzanotte di Pechino alla presenza del direttore del Mann Paolo Giulierini, del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, del rettore dell’Università L’Orientale, prof. Roberto Tottoli e la direttrice e il co-direttore dell’Istituto Confucio, prof.ssa Paola Paderni e prof. Cheng Hongjin. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA