Con Nartea “Racconti d’archivio: i luoghi della memoria” alla Fondazione Banco Napoli

Venerdì 9 Ottobre 2020 di Emanuela Sorrentino

Cultura by night. Domani, sabato 10 ottobre alle ore 20.30, la Fondazione Banco di Napoli assieme a NarteA e all’associazione Amici della Fondazione Banco di Napoli presentano, nel monumentale cortile di Palazzo Ricca (via Tribunali, 214), il terzo appuntamento con “Racconti d’archivio: i luoghi della memoria”, reading teatralizzato che animerà le storie tratte dai preziosi documenti custoditi all’interno dell’Archivio storico del Banco di Napoli, che a palazzo Ricca ha la sua sede.

La rassegna vuole aprire le porte dello storico palazzo della Vicaria al suo quartiere, restituendo agli abitanti della zona un luogo carico di grande pregio artistico e culturale. I racconti teatralizzati sono tratti dal volume “I segreti d’Autore, 26 racconti per Il Mattino dalle carte dell’Archivio Storico del Banco di Napoli”, scritti da Massimiliano Virgilio e Silvio Perrella, che rivelano pagine conosciute o meno note della storia della città e del popolo napoletano – dalla peste a Caravaggio, dalla parabola di Carasale ai misteri del principe di Sansevero, fino alla rivolta di Masaniello. Storie che si condiscono di particolari che emergono dalla montagna di carte conservate nel più grande archivio bancario del mondo. Nell’ambito di questa terza serata, saranno teatralizzati i racconti “Monsù Desiderio sono io. Siamo noi” di Massimiliano Virgilio, interpretato da Mario di Fonzo e “Il guardiano del tempo e delle 366 fosse” di Silvio Perrella, a cui darà voce Luigi Credendino. Ad impreziosire il reading, calando le parole nell’epoca che gli appartiene, saranno gli attori in abiti d’epoca, che daranno corpo a quei personaggi attraverso cui si vuole tramandare la memoria di questi luoghi.

La seconda parte della serata, a cura di Stefano Valanzuolo, sarà dedicata alla musica, con il jazz mediterraneo di Carmine Ioanna che con la fisarmonica realizzerà un viaggio in note in diverse atmosfere storiche.

L’evento è gratuito fino a esaurimento posti. È necessaria la prenotazione ai numeri 3397020849 - 3333152415. Per l’accesso al luogo in sicurezza, è necessario l’uso della mascherina, secondo le prescrizioni anti-Covid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA