Da Capri a Miami: Liquid Art System vola in Florida

Mercoledì 20 Novembre 2019 di Mariano Della Corte
Liquid Art system, il circuito di gallerie con sede principale a Capri, vola in Florida, durante l'art week più famosa al mondo. Dal 3 all'8 dicembre, torna e celebra il suo 30esimo compleanno Art Miami, la storica fiera sul lungomare di One Miami Herald Plaza a Biscayne Bay.

Riconosciuta come destinazione privilegiata per l'acquisto di opere d'arte del XX e XXI secolo, la longeva fiera indigena, che si tiene non a caso durante la settimana di Art Basel a Miami Beach, ospita ben 250 gallerie internazionali. Proprio accanto nasce la più giovane sister fair Context Art Miami dove progetti, mostre personali e collettive incoraggiano un significativo dialogo tra artisti, gallerie e collezionisti. Art Miami e Context Miami offrono una piattaforma unica per le principali gallerie ed i loro artisti di essere promossi a livello internazionale.
 
 

Franco Senesi, CEO di Liquid Art System, non si lascia scappare questa prestigiosissima vetrina: per il settimo anno consecutivo porta la sua galleria a Miami, all'evento fieristico più importante d'America. Ad Art Miami, Liquid art system esporrà solo artisti italiani, testimoni della scena figurativa italiana, nei dipinti e nelle sculture, interpretata in chiave marcatamente contemporanea. Tra questi Agostino Arrivabene, Roberto Ferri, Elisa Anfuso, Paolo Quaresima, Gianfranco Meggiato, con i suoi bronzi intrecciati, e Fabio Viale.

A Context Art Miami, Liquid Art sarà presente con due diversi progetti espositivi, che mostreranno alcune delle opere più distintive e originali della galleria, in linea con l'approccio "glocal" all'arte contemporanea che Liquid ha fatto diventare proprio motto.  Gli artisti rappresentati variano per tecniche, stili e materiali: si passa dai video ologrammi di Michelangelo Bastiani, alla satira pop del turco Recep Batuk, dalle sculture in sospensione di Giacinto Bosco, alle installazioni lenticolari di Umberto Ciceri, e le pose plastiche del duo spagnolo Coderch & Malavia. Dalle geometrie colorate in carta di Marica Fasoli al ready made di Guy Leclef. Grande spazio meritano i maestri del legno come Peter Demetz, e le nuovissime creazioni della serie" Apartment", Giorgio Conta, dalle forme classicheggianti, fino a quelle più pop con Matthias, Christian e Willy Verginer. Ancora per la scultura, le sensuali donne di Marco Cornini, le sinuose installazioni in catene di Seo Young Deok, le forme neofigurative di Giuseppe Tirelli e il vistoso orso di Kim in Tae. Per la pittura anche qui un trionfo di italiani: Antonio Sannino, che sarà presente con le sue luccicanti acque marine e con le città, in particolare New York e le sue ingombranti pubblicità. Riccardo Evangelisti e la natura morta iperrealista, gli ipnotici volti di donna di Marco Grassi e Paolo Medici, gli interni di Raffaele Minotto, le provocazioni di Tom Porta.

“Sono molto soddisfatto di partecipare anche quest'anno a questi attesissimi appuntamenti fieristici a Miami, che coincidono con la fine della nostra stagione turistica a Capri e Positano, e ne costituiscono l'apice." Commenta Franco Senesi, che aggiunge: “Per me, i miei collaboratori e gli artisti che rappresento, Art Miami e Context Miami sono un momento importante, di confronto con colleghi e collezionisti di tutto il mondo. Per quest'edizione di Art Miami ho scelto di dedicare un progetto solo ad artisti italiani che ben raffigurano il nostro Bel Paese: negli anni infatti ho notato che sono tanti gli amanti dell'Italia, ed in particolare delle sedi dove abbiamo spazi espositivi, felici di visitare il nostro stand e di ricordare i momenti trascorsi a Capri e Positano.”

  Ultimo aggiornamento: 17:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA