Costiera, Dante tra cultura e spettacolo a Vico Equense e Sorrento

Sabato 25 Settembre 2021
Cultura e spettacolo

VICO EQUENSE - Weekend  dantesco in costiera tra Vico Equense e Sorrento. A 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, anche il Museo Mineralogico Campano celebra il Sommo Poeta con un incontro culturale che unisce letteratura, matematica, scienza e fede. Questa sera, alle ore 19, nella Sala delle Colonne della Santissima Trinità e Paradiso si terrà infatti il convegno “Dante Matematico”, patrocinato dalla Regione Campania, dal Comune di Vico Equense, dall’Università Federico II e dall’Ugis, Unione Giornalisti Scientifici Italiani. Relatori della serata saranno Piergiorgio Odifreddi, matematico dell’Università di Torino, divulgatore scientifico e scrittore, e Andrea Mazzucchi, direttore del dipartimento di Scienze Umane dell’Università Federico II di Napoli, condirettore della “Rivista di Studi Danteschi”, e componente del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Settecentenario dantesco. Introdurrà l’incontro Umberto Celentano, direttore del Museo Mineralogico Campano.

«Pochi conoscono la passione di Dante per i minerali – afferma Umberto Celentano - in quanto membro della corporazione degli “Speziali”, una delle “Arti” nella Firenze del XIV secolo. Ora, grazie ad illustri relatori, viaggeremo in compagnia del Somma Poeta nelle sue architetture geometriche e sequenze numeriche che hanno caratterizzato la sua opera più rinomata».

In un excursus tra letteratura, matematica e religione, verrà analizzato il forte legame tra le opere del padre della lingua italiana e i numeri che, proprio a partire dalla struttura della Divina Commedia, non hanno un significato casuale, ma forti valenze simboliche su più piani di significato. Domani sera, invece, alle ore 20.30 sul sagrato della cattedrale dei Santi Filippo e Giacomo, a Sorrento, si terrà lo spettacolo dal titolo “A riveder le stelle” per la regia di Davide Gasparrini. Un omaggio a Dante Alighieri a 700 anni dalla morte che Sorrento ha voluto tributare con una vera e propria opera medievale, scritta da Davide Gasparrini, musicata da Danilo Tamburo, con le coreografie di Veronica Taccucci. Un innovativo impianto scenico e sorprendenti effetti speciali incanteranno il pubblico: mostruose creature e paesaggi inattesi, demoni, giganti e illustri personaggi storici, crateri infuocati e speroni di roccia.
In scena, oltre quaranta artisti umbri. Si tratta degli attori e dei musicisti della Compagnia Agape Teatro di Bevagna, noto borgo in provincia di Perugia, affiancati da giovani artisti sorrentini dell’Accademia “On Broadway” Musical Theatre & Dance di Eleonora Di Maio, che partecipano allo spettacolo nel ruolo delle anime dannate. Le musiche saranno eseguite dal vivo con strumenti medievali.

Lo spettacolo ha il patrocinio del Comune di Sorrento e del Comune di Bevagna, ed è prodotto dal Mercato delle Gaite in collaborazione con la Proloco di Bevagna e i MusiCanti Potestatis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA