«Due Secoli dopo»: brindisi al vernissage della Gioffredi

«Due Secoli dopo»: brindisi al vernissage della Gioffredi
di Salvio Parisi

Il viaggio ai tempi del Gran Tour della duchessa Francesca Giudice Caracciolo nel 1832 da Napoli a Martina Franca, attraverso l’estatico Sud dell’epoca, è stato il pretesto per la fotografa Federica Gioffredi di presentare qualche sera fa nella Sala Vesevi al Maschio Angioino la mostra «Due Secoli dopo», dedicata all'avventuroso cammino della nobile partenopea. Terza tappa dopo Martina Franca e Roma, il vernissage racconta cinque step fotografici in bianco e nero: Napoli, Lauro di Avellino, Barletta, Monopoli e Martina Franca con tracce di uomini e di gesti, di storia e di territorio, racconti di luoghi, anfratti e riflessi, pezzi di città, di mestieri, di architetture, di natura e di tradizione, chilometri di luce, di cieli, di chiaroscuri e di prospettive nei colori saturi di bianchi e nero corposi e incisivi.

Al cocktail d’inaugurazione, officiato da Capri Moonlight, sono intervenuti addetti ai lavori e appassionati della fotografia di viaggio e territorio, ma soprattutto gli amici che da sempre plaudono all’impegno professionale dell’artista: Alessandra  Rubinacci, Fabrizio Fierro, Alessandro Ciambrone, Bianca  Stranieri, Angela Aloschi, Irene Vergona, Luca Bosco, Luca Zannone, Francesca Scarano, Claudia Paudice, Mario Ioimo, Paola De Georgio, Valentina Malatesta, Flavia Palombo , Mariangela De Padova, Luca Murolo, Carmine Gambardella, Lello Cercola, Vittorio Pandolfi, Valeria Barbaro, Alfredo Grittani, Monica Neri, Agostino Di Franco, Nadia Itro, Maurizio Malaforte, Gianfranco Ammendola, Antonella Stefanucci, Flaviano Pellegrini, Mario Beato, Stefania De Rosa, Marco Savastano, Sabino Sabini e Gianna Iannone.
Lunedì 11 Febbraio 2019, 17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP