«I percorsi della croce in Campania» in prima visione assoluta sulla pagina Facebook del Suor Orsola Benincasa

Venerdì 3 Aprile 2020
Sarà la data simbolica della Domenica delle Palme a fare da sfondo alla prima visione assoluta di un prezioso documentario, intitolato I PERCORSI DELLA CROCE IN CAMPANIA, scritto e diretto dal regista Gianfranco Pannone, già Nastro d’Argento nel 2016 e tra i più premiati e apprezzati documentaristi del nostro Paese.
Il documentario sarà presentato alle ore 19.30 di domenica 5 aprile sulla pagina Facebook ufficiale dell’Università degli Studi ‘Suor Orsola Benincasa’ di Napoli (facebook.com/unisob/).
 
I percorsi della croce in Campania, della durata di 26 minuti circa, nasce da una partnership tra la Regione Campania, e in particolare tra la SCABEC – Società Campana Beni Culturali SpA, e lo stesso ateneo napoletano: il filosofo Massimo Cacciari, il Cardinale Gianfranco Ravasi, l’antropologo Marino Niola e lo storico dell’Arte Pierluigi Leone de Castris sono i quattro protagonisti del documentario nato da un’idea del professor Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università ‘Suor Orsola Benincasa’, e di Antonio Bottiglieri e il cui progetto e coordinamento scientifico è stato curato dallo stesso de Castris.
 
“Siamo naturalmente molto felici dell’uscita di questo documentario – spiega il Rettore d’Alessandro – al quale hanno lavorato con grande impegno gli studenti del Master in Cinema e Televisione del nostro Ateneo, guidati da Gianfranco Pannone. È un documentario le cui fasi di post-produzione si sono concluse in questi giorni così complessi: un segnale del grande desiderio di tutta la squadra produttiva de ‘I percorsi della croce in Campania’ di voler portare all’attenzione del pubblico un documentario che è testimonianza di conoscenza, di riflessione sull’arte e sulla dimensione spirituale, ma che vuol essere anche un momento di condivisione e di comunità”.
 
In questo senso, l’Ateneo campano si trasforma in un punto di congiunzione ideale tra antico e moderno, tra storia e contemporaneità: “L’uscita de ‘I percorsi della croce in Campania’ assume un significato ancora più importante non solo perché siamo vicini alla Pasqua del Signore, ma perché arriva al pubblico della rete nei giorni difficili che stiamo vivendo. – spiega il regista Gianfranco Pannone – Sono molto felice di aver realizzato questo documentario, oltre che su mandato della Regione Campania e della Scabec, con l'Università ‘Suor Orsola Benincasa’ e, in particolare, con il Master in Cinema e Televisione diretto da Nicola Giuliano e coordinato da Arturo Lando, dove peraltro insegno. Una squadra di giovani professionisti e ‘tutta nostra’, a cominciare da Sergio Scoppetta, docente anche lui, che, oltre a farmi da aiuto regista, si è occupato della fotografia e del montaggio; e con lui un altro docente del Master, Mario Sposito, operatore alla camera; e ancora, due ex-allievi, Elia Giacobbe, fonico di presa diretta, e Maria Chiara Palermo, responsabile di produzione”.
 
Il Master in Cinema e televisione dell’Università Suor Orsola Benincasa (www.mastercinematv.it) si affaccia alla ricca ed entusiasmante scena dell’audiovisivo campano con questo documentario e si propone non soltanto come polo formativo ma anche produttivo.

“Accanto ai saggi dei nostri studenti, il documentario è il primo prodotto professionale che viene realizzato dal Master in Cinema e Televisione e questo ci rende molto orgogliosi. Il mio grazie, a nome della nostra scuola, va al Rettore Lucio d'Alessandro e ai Professori Pierluigi Leone de Castris e Paola Villani, che hanno fortemente voluto questo documentario, affidandolo a noi con una fiducia che ci lusinga” - continua il regista Pannone - “Sin dalle prime ricerche e dalle prime riprese è stato bello scoprire un patrimonio, quello delle croci campane, sconosciuto ai più e che, dunque, merita di essere offerto al grande pubblico. Il mio auspicio è che, quando potremmo tutti di nuovo uscire dalle nostre case, la bellezza di cui si potrà godere visionando ‘I percorsi della croce in Campania’ potrà poi essere ammirata dal vivo. Intorno alle croci della Campania esiste, infatti, un patrimonio storico, artistico e ambientale che merita grande attenzione; una devozione religiosa prossima a quella del nostro Papa Francesco, che non molti giorni fa ci ha dato la sua benedizione dalla Basilica di San Pietro, in una piazza vuota ma con milioni di fedeli davanti alla tv, avendo accanto a sé un crocifisso storico, quello della Chiesa di San Marcello a Roma, che – come tramanda la voce del popolo – liberò gli abitanti della città dalla peste”.
 
L’uscita del documentario si colloca all’interno di un ampio percorso che l’Università ‘Suor Orsola Benincasa’ sta portando avanti, anche in queste settimane così difficili, in un progetto formativo costante, come spiega il professor Lucio d’Alessandro: “Accanto alla didattica, infatti, abbiamo voluto avviare una serie di appuntamenti on-line sul nostro canale YouTube intitolati ‘La quarantena con la cultura’: l’Ateneo produce e mette in rete – in modalità on demand – un palinsesto di ‘pillole’ di nuove conferenze. Stiamo, poi, curando una pubblicazione scientifica che possa promuovere una riflessione proprio su questo difficile periodo che stiamo vivendo tutti, un lavoro bibliografico coordinato dalla dott.ssa Luciana Trama, responsabile delle nostre attività editoriali.

Nei prossimi giorni attiveremo anche degli appuntamenti tardo-pomeridiani, fissati alle ore 19.00 ovvero un’ora dopo la conclusione delle attività didattiche quotidiane, destinati agli studenti e, in particolare, a coloro che si laureeranno. Un modo differente di celebrare i loro traguardi, condividendoli con gli altri studenti e con ospiti che si alterneranno nel corso di questi incontri della durata di circa 30 minuti l’uno”. © RIPRODUZIONE RISERVATA