Il convegno nazionale delle biblioteche fa tappa a Napoli per la prima volta

Domenica 7 Febbraio 2021 di Enrica Buongiorno
Il convegno nazionale delle biblioteche fa tappa a Napoli per la prima volta

Anche Napoli tra le quattro città che, per la prima volta, ospiteranno “Il Convegno delle Stelline”, il principale evento nazionale di formazione e incontro dedicato ai bibliotecari. Oltre al tradizionale appuntamento al Palazzo delle Stelline di Milano, alla fine di settembre, ci saranno anche Torino (25 e 26 febbraio), Napoli (22 e 23 aprile) e Firenze (a giugno) a caratterizzare la ventiseiesima edizione della kermesse, che si terrà in modalità ibrida in presenza e in digitale con l'obiettivo di fare il punto sul ruolo sociale delle biblioteche, sul loro sviluppo e le strategie future. Ad aprire la tappa torinese sarà David Weinberger, uno dei più autorevoli filosofi di internet. Il giorno successivo, nel corso della tavola rotonda “La biblioteca per te: utenti, stakeholder, decisori (e bibliotecari) a confronto” verranno presentati in anteprima i risultati di un'indagine nazionale sulla percezione della biblioteca da parte degli utenti promossa da Rete delle Reti, AIB e La Sapienza Università di Roma.

«È indispensabile che le biblioteche tornino al centro delle politiche culturali nazionali, intervenendo anche sull'attuale mancanza di omogeneità del territorio - ha sottolineato l'assessore alla Cultura del Comune di Torino, Francesca Leon -, dove questo essenziale presidio democratico della conoscenza è assente in molti comuni». Per l'assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, invece «sarebbe un ottimo risultato del convegno se le 4 città in cui si svolgerà riusciranno a proporre un patto nazionale per la lettura, sul modello di quello che abbiamo adottato a Milano nel 2015: uno strumento attivo per la diffusione della lettura, affinché questa diventi strumento di cittadinanza e abitudine sociale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA