“Innamorata” di Wolfgang Kossuth approda "Da Gemma"

ARTICOLI CORRELATI
di AnnaChiara Della Corte

Giunta oggi nella sua nuova "casa" estiva, "Innamorata” di Wolfgang Kossuth, è una scultura di grandi dimensioni raffigurante un aggraziato corpo di donna avvolta su se stessa. Metafora di un amore intenso, che soffoca e protegge al tempo stesso dal mondo esterno, sarà esposta sino ad inizi ottobre all'entrata del Ristorante & Beach Club " Da Gemma, il primo approdo e il più romantico degli arrivederci dall’isola di Capri.
 
 


Si rinnova il sodalizio tra Liquid Art System e " Da Gemma", che già lo scorso anno aveva ospitato un'installazione scelta dalla galleria, regalando al pubblico di turisti e vacanzieri, al loro arrivo sull'isola la bellezza di una nuova opera messa in comunicazione con la poeticità dello scenario naturale che la ospita. 
"Innamorata" è infatti parte dell'esposizione open air , intotolata quest’anno “Unchained”, nata da un'idea di Franco Senesi, CEO di Liquid Art System,  che da anni porta fuori dai canonici spazi espositivi opere di grande suggestione.

In un percorso itinerante nei luoghi culto di Capri, si alternano le opere di Seo Young Deok, il mezzo busto in catene di acciaio che domina la Piazzetta,  di Paolo Staccioli , con i suoi personaggi fatastici, guerrieri, viaggiatori, cavalli scolpiti in bronzo.  E da oggi, proprio sul lido di Marina Grande, con il mare ed il Golfo di Napoli a fare da sfondo, si aggiunge l’eleganza e la soavità di “Innamorata”. 

Nelle opere di Kossuth la figura umana è sempre al centro: studi anatomici, resa del movimento, la bellezza classica fusa con equilibri improbabili. Il risultato è una figura fisionomicamente perfetta ma che va oltre la realtà. Armonia e teatralità caricano le sue sculture di pathos:  corpi che sfidano le leggi di gravità in un’esplosione di energia e dinamismo. Figure sensuali che si muovono nello spazio, in bilico tra tensione muscolare e emotiva.

Kossuth restituisce alla rappresentazione del corpo  il giusto ruolo e quella purezza vibrante propria dell’arte classica, a cui si è ispirato fortemente. Complice il suo passato di violinista e direttore d'orchestra, illustri personaggi della musica, della letteratura, della danza hanno posato per lui, grandi ammiratori della sua arte, tra i quali: Alberto Erede, Leonard Bernstein, Mario Del Monaco, Giuseppe Di Stefano, Luciana Savignano, Milva, Valeria Moriconi, Mario Soldati, Roberto Bolle e tanti altri. 

L' opera scelta per l'ingresso del lido di Gemma Rocchi e del ristorante che porta il suo nome,e prima ancora quello della nonna, decana della ristroanzione isolana, sembra sposarsi molto bene con il circostante. " A me ha ricordato una sirena, una ninfa marina, appunto un'ondina, una creatura quasi leggendaria che pare venuta a dare il suo benvenuto ai nostri ospiti", ha commentato Gemma appena giunta "Innamorata".
 
Venerdì 16 Agosto 2019, 16:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP