L'arte napoletana dei «panni stesi» colora i Quartieri spagnoli

Venerdì 12 Luglio 2019 di Emanuela Sorrentino

Tutti con il naso all'insù per guardare i caratterstici panni stesi di Napoli. Ma stavolta il gesto quotidiano di stendere le camicie cattura ancor più l'attezione, soprattutto in vico Due Porte a Toledo. Inaugurata, con tanto di taglio del nastro, a due passi dalla stazione della metropolitana «Cromie - I colori del sole, dallo zenit al tramonto», l’installazione dell’artista napoletano Salvatore Iodice promossa da «Sole», brand di Reckitt Benckiser, leader nella produzione di beni di largo consumo nei settori della salute, igiene e pulizia della casa, che prende spunto dalle tradizioni di Napoli per un progetto innovativo che ne celebra la bellezza: l’opera farà risplendere il vicolo fino a domenica 14 luglio. Protagonista la camicia bianca, simbolo della campagna pubblicitaria del marchio, "stesa" assieme ad altre 99 camicie di vari colori: dal giallo forte e intenso del mezzogiorno fino ai toni rossi e indaco del tramonto. All’inizio del vicolo c'è il punto di osservazione da cui si ha una visuale perfetta dell’installazione e da dove si può ammirare questo tramonto in tutta la sua energia e creatività.

Sole ha scelto di collaborare con l’artista e artigiano napoletano, che ha già contribuito a numerosi progetti sostenibili e conosciuto nei Quartieri per aver creato Miniera, uno spazio dedicato ai bimbi che vivono problematiche familiari, un laboratorio in cui insegna che il riciclo è una forma d’arte. E al termine dell'installazione le camicie appese saranno donate proprio al laboratorio di Iodice e saranno a disposizione dei bambini. Diventeranno "tele" per altre creazioni volte a supportare l'arte del non sprecare e anzi del riciclare.

A collaborare nei giorni scorsi anche i commercianti dei Quartieri, come Salvatore Visone, che in vico Due Porte a Toledo ha il suo locale di parrucchiere e ha dato supporto logistico per l'allestimento della particolare opera. 
Sole, Napoli e Salvatore Iodice hanno in comune la semplicità, la creatività e il rispetto per l’ambiente. Un gesto così autentico e reale come stendere i panni è diventato protagonista del progetto mettendo in luce il valore degli oggetti di tutti i giorni e l’importanza del prendersene cura in modo responsabile. Il tema della sostenibilità, da sempre al centro dell’attività di Reckitt Benckiser e del marchio italiano Sole, si è concretizzato nella nuova strategia di corporate social responsibility, che ha l’obiettivo di creare un mondo più pulito, promuovendo scelte di business responsabili e un utilizzo sostenibile delle risorse per ridurre l’impatto ambientale. 
 

 

«Questa iniziativa - spiega Alice Rurale, brand manager laundry del gruppo arrivata a Napoli per il progetto - rientra in un percorso avviato a inizio anno per rilanciare i valori legati a efficacia, semplicità e accessibilità. Non dimentichiamo ad esempio che nella formulazione dei nostri prodotti c'è da sempre un ingrediente semplicissimo e naturale come il bicarbonato. Abbiamo scelto Napoli proprio perchè è la città simbolo della forza che è nelle semplici cose. Il nostro è un marchio italiano che ha la sua maggiore produzione vicino Venezia e ci sembrava importante legare questo progetto di arte semplice e antispreco ad una città italiana e in partioclare ad una zona, come quella dei Quartieri, ricca di creatività. Nelle cose semplici, dicevo, c'è la forza, ecco perchè - prosegue Alice Rurale - anche noi del team oggi indossiamo una camicia bianca. Abbiamo poi deciso di tingere le camicie di tutte le cromie del sole dalle tinte più fredde a quelle più calde per questo progetto artistico, appunto "Cromie", che prende spunto dal gesto semplice di stendere i panni al sole e lasciare poi che la natura, il sole e il vento facciano il resto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA