CORONAVIRUS

L'Azienda nella fase post Covid, il meeting online con esperti, sindaci e università

Domenica 19 Aprile 2020 di Dario Sautto

"L'Azienda nella fase post Covid: la parola ad esperti ed aziendalisti" è stato il tema del meeting online. L'evento, partecipato dall'Università Parthenope di Napoli e organizzato dal professore universitario Fabio Serini, è stato coordinato dal manager ed esperto in strategia aziendale Nicola Ruocco.

LEGGI ANCHE Coronavirus, ecco i «caciobond», paghi oggi e mangi nel 2022


Il talk ha fatto registrare un numero molto importante di ascoltatori, circa 300 nella sala meeting, ed oltre mille in diretta streaming esterna tra studenti, imprenditori, professionisti, giornalisti e diversi appassionati.
Il parterre dei relatori ha visto la presenza dei sindaci di Sorrento Cuomo e di Cortina d'Ampezzo Ghedina. Intervenuti anche Bottai, Vice Direttore del Tg1, Vanacore Presidente dei Pubblicitari Italiani, Ferrara Manager di Vodafone Italia, oltre ai saluti di indirizzo del Magnifico Rettore dell'ateneo Carotenuto. Di grande interesse anche i contributi di imprenditori e giornalisti toscani, tra cui Mantovani Amministratore delegato di Locman, Guarducci de "Il Tirreno" e altri ancora. Ad aprire il dibattito, il professore Serini, mentre a chiudere con un intervento sul tema della responsabilità sociale ed etica d'impresa è stato il manager Ruocco. 
I temi e le proposte sollevate sono stati numerosi, tutti incidenti nella direzione di un sano determinismo di risposta e di energica ripresa da parte delle aziende, con le imprese siano molto preoccupate per la carenza di liquidità che si sta determinando per effetto dello shock dovuto al covid 19. Dall'altro lato si è discusso di istituzioni e banche affinché mettano a punto le condizioni affinché tali finanziamenti giungano al più presto. 
"Si deve allora ripartire dalle idee, dai progetti, dalle capacità di far cambiare l’organizzazione aziendale rispetto ai mutamenti ambientali. Ci sono sempre stati è troppo spesso con lentezza i contesti aziendali soni stati lenti ad adeguarsi" spiega Nicola Ruocco. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA