L'Ora Blu: l'isola al crepuscolo per il Festival della Fotografia a Capri

di AnnaChiara Della Corte

C'è un particolare momento durante il crepuscolo che preannuncia il passaggio dalla luce al buio: la cosiddetta Ora Blu.

L'here blue, cara alla poetica come alla tecnica fotografica, sarà la protagonista delle fotografie di Luca Campigotto, esposte alla Certosa di San Giacomo, per la XI edizione del Festival della Fotografia, organizzato dalla Fondazione Capri.
 
 

Chiave di lettura della mostra, a cura di Denis Curti, è la luce. Dalla percezione della luce dipende il nostro stesso modo di vedere la realtà.  La meraviglia dell’arco naturale, un cielo affollato di stelle, il silenzio delle architetture e della natura selvaggia: Campigotto ci presenta un'isola teatrale, cinematografica. Un ponte tra reale e fantastico, una Capri tra la veglia ed il sogno, che ci consente di compiere incursioni nel fiabesco e nel magico.

L'ora Blu, come sinonimo di universo interiore, di contemplazione: «La visione dell’architettura che mi interessa e stimola è quella contestualizzata in visioni allargate e paesaggistiche. Analizzo lo spazio in senso scenografico», afferma l'autore. E prosegue: «Mi auguro anche che il taglio “crepuscolare/notturno”, da sempre mia cifra stilistica, possa produrre visioni suggestive e originali».

L’artista rinuncia volutamente ad una visione documentaria o di stampo realistico,  costruendo uno spazio dedicato all’immaginazione. In questo senso Campigotto crea dei fondali per nuove storie, che poi mette insieme trasformando le brevi sequenze narrative in una raccolta di racconti, portando l’attenzione sull’elemento empatico ed interattivo della visione.

L'esposizione, che inaugura Sabato 31 alle 19.30, sarà visitabile fino al 6 ottobre  presso le panoramiche sale del Quarto del Priore, alla Certosa di San Giacomo.
Venerdì 23 Agosto 2019, 20:23 - Ultimo aggiornamento: 23-08-2019 20:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP