Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Maggio dei monumenti: Mimmo Borrelli rende omaggio ad Eduardo De Filippo

Lunedì 23 Maggio 2022
Maggio dei monumenti: Mimmo Borrelli rende omaggio ad Eduardo De Filippo

Il maggio dei monumenti rende omaggio ad Eduardo De Filippo nell’anniversario della sua nascita. Martedì 24 maggio Mimmo Borrelli porterà in scena “Il gelo”, reading in programma nella chiesa di S. Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco alle 19.

«Eduardo amava comporre poesie durante le pause che gli concedeva l’attività teatrale» ha dichiarato l’attore e drammaturgo. «Pensando al tema del maggio dei monumenti, me lo sono immaginato tra le quattro mura del suo camerino, intento a fissare su carta i suoi pensieri».

Tra gli altri, saranno tre i personaggi a cui darà voce Mimmo Borrelli per definire il senso narrativo della sua performance: Vincenzo De Pretore, un ladruncolo in cerca di un santo protettore; Baccalà, un guitto che vive alla giornata recitando per strada, e Padre Cicogna, un prete che abbandona l’abito talare per sposarsi. Tre storie diverse segnate, però, da un comune destino di morte.

«Come faccio spesso, ho voluto mettere in connessione le parole con l’ambiente in cui risuonano» ha sottolineato l’attore «La chiesa del Purgatorio ad Arco e il culto delle anime pezzentelle richiamano la dimensione tragico-popolare dei tre personaggi messi in versi da Eduardo».

Altro spunto di grande interesse sarà la poesia “Il gelo”, composta per l’occasione dallo stesso Mimmo Borrelli.

Video

In attesa del reading di martedì 24 maggio, prosegue la programmazione del maggio dei monumenti 2022.

Tra gli appuntamenti del week end, il ciclo di proiezioni sotterranee del film “Cave of forgotten dreams” di Werner Herzog alla Galleria Borbonica, lo spettacolo teatrale “I muri del grido. Grida di rivoluzioni”, in scena a piazza Mercato, un fitto calendario di visite guidate, tra cui quelle alla chiesa di S. Maria di Portosalvo, al circolo dell’unione, al complesso archeologico di Carminiello ai Mannesi, all’archivio di stato, al Museo Anatomico del Musa. Previste anche passeggiate tematiche lungo il sentiero di Villanova e nell’area di Porta Nolana e un incontro interculturale presso la sezione cartastorie dell’archivio storico del Banco di Napoli.

Ultimo aggiornamento: 18:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA