Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Palazzo Donnaregina», nel cuore della città la celebrazione dei 15 anni del Museo Madre

Giovedì 16 Giugno 2022
«Palazzo Donnaregina», nel cuore della città la celebrazione dei 15 anni del Museo Madre

Nel cuore storico di Napoli, i tre piani dell'ottocentesco «Palazzo Donnaregina» ospitano da quindici anni il «Museo Madre»: 7.200 metri quadrati di spazi espositivi, con installazioni site-specific, opere che compongono la collezione permanente e installazioni temporanee. Lo racconta il documentario «Madre» di Luigi Pingitore, una produzione «No spoon film» in collaborazione con Rai Cultura, in onda venerdì 17 giugno alle 19.15 su Rai5.

Raccontare il «Madre» significa raccontare quattro dimensioni intrinsecamente connesse. La prima riguarda il museo come dimensione architettonica, con i suoi corridoi, la terrazza panoramica, i tre piani collegati dalla scala, gli ambienti interni ed esterni. Poi il museo in quanto contenitore di opere d'arte: le collezioni site specific, le mostre non permanenti, le installazioni. Una terza dimensione riguarda le persone. Chi ci lavora, chi lo guida e chi lo visita. E, infine, c'è il contesto urbano nel quale il «Madre» è inserito, dal momento che il museo sorge a cavallo di due quartieri antichissimi ed estremamente popolari, come Forcella e il rione Sanità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA