Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Museo Madre, ad aprile prosegue il public program gratuito «Rethinking nature»

Venerdì 1 Aprile 2022
Museo Madre, ad aprile prosegue il public program gratuito «Rethinking nature»

Prosegue ad aprile il public program gratuito proposto dal Madre, museo d’arte contemporanea della Regione Campania, integrato nella mostra Rethinking nature. Esplorazioni urbane, webinar, visite guidate e talk con artisti accompagneranno l’ultimo mese di apertura dell’esposizione, al fine di generare forme alternative di conoscenza e di pratica sociale incentrate sull’ecologia politica. La partecipazione agli eventi sarà gratuita, con il solo costo del biglietto di ingresso al museo per le visite guidate. 

Sarà inaugurata, in questa occasione, la collaborazione con “Ecologie politiche del presente”, un laboratorio di studi interdisciplinare nato a Napoli nel 2018, in cui convergono riflessioni di studiosi e attivisti di diverse provenienze intorno al tema dell’emergenza ambientale. È in questa prospettiva che si propone il ciclo di camminate dal titolo “Eco walking: reclaiming waterscapes”, che ripensano l’ecologia politica attraverso l’acqua. Il camminare viene sviluppato come metodologia performativa per rievocarne diversi aspetti, e l’attraversamento fisico dello spazio urbano consente di mettere in discussione geografie ritenute di volta in volta fisse o negate, e di aprire attivamente la strada a uno spazio di immaginazione.

Video

Saranno tre gli appuntamenti che consentiranno di approfondire il rapporto della città di Napoli con le sue acque: il primo, martedì 5 aprile dalle 17.00 alle 20.00, con punto di incontro presso il Molo Beverello, condotto da Daniela Allocca – PhD, scrittrice, curatrice e ricercatrice indipendente - e Gaia Del Giudice - co-curatrice del ciclo di camminate urbane “Eco walking” e dottoranda in Urban and regional planning all’Università Federico II di Napoli -, declinato sul tema della presenza.

Il secondo appuntamento, incentrato sulla relazione, giovedì 28 aprile dalle 15.00 alle 18.00, con punto di incontro presso la Stazione zoologica Anton Dohrn, e sarà condotto da Daniela Allocca, Gaia Del Giudice e Daniele Valisena, storico ambientale, post-doc presso l’Università di Liegi, Belgio e insegnante di storia ambientale delle migrazioni alla New York University, sede di Firenze.

Il tour costeggerà la frontiera mobile che, nei secoli, ha costituito il luogo di contatto e strutturato le relazioni socio-ecologiche tra città, mare e cittadini, per proseguire fino al Madre, dove, alle ore 18.00, si terrà la presentazione del volume “Trame. Pratiche e saperi per un’ecologia politica situata” (Tamu Edizioni, 2021), a cura di “Ecologie politiche del presente”. Il testo raccoglie, partendo da Napoli, narrazioni elaborate all’interno delle lotte per la giustizia ambientale nel Sud Italia e in tanti Sud del mondo, tra i movimenti sociali urbani, ecologisti, transfemministi e di difesa dei beni comuni. 

Concluderà il ciclo un ultimo appuntamento sabato 30 aprile, dalle ore 10.30, declinando il tema dello svelamento. Il percorso partirà dal Molo Carlo Pisacane per arrivare fino a San Giovanni a Teduccio, includendo un itinerario di circa 6 km, con ritorno con mezzi pubblici, e sarà condotto da Daniela Allocca e Daniele Valisena. Questo appuntamento prevede una sosta in spiaggia e si presume una durata più estesa per non privare i partecipanti della possibilità di cambiare ritmo e permanere più a lungo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA