«Ciak si scienza»: la Federico II si mobilita per salvare l'ambiente dall'emergenza plastica

Lunedì 19 Novembre 2018

Come uscire dall’emergenza plastiche. Se ne parlerà nel cuore di Napoli con «Ciak si Scienza», il canale green della Federico II. L’appuntamento è per sabato 24 novembre 2018, alle 11, presso il Complesso Monumentale di Santa Maria La Nova, in via Santa Maria la Nova, 44, a Napoli, con un’iniziativa realizzata nell’ambito della settimana di educazione alla sostenibilità dell’Unesco (19‐25 novembre).

Ai saluti istituzionali, seguiranno ‘conversazioni’ con esperti di vari enti, quali Legambiente, ISWA Italia, Assobioplastiche, Corepla e Fare Ambiente, sul problema delle plastiche e sulle soluzioni che si possono adottare per risolverli. Si accompagneranno poi i partecipanti in una passeggiata nel chiostro lungo un percorso che mostrerà «come uscire dall’emergenza della plastica» indicando le principali strade da percorrere e le buone abitudini da adottare nella quotidianità. Il percorso inizierà dallo stato di emergenza prodotto dall’inquinamento delle plastiche, che ha determinato la creazione della cosiddetta isola di plastica nell’oceano pacifico, con una estensione pari a più di cinque volte quella dell’Italia e che inquina i parchi, i mari e le spiagge italiane come riportato nelle indagini ‘Beach litter’ 2018 e ‘Park litter’ 2018 di Legambiente.

Inoltre, la mareggiata di lunedì 29 ottobre ha portato ‘a galla’ questa emergenza ambientale molto grave. La natura ci sta dando segnali forti sull’urgenza con cui dobbiamo cambiare le nostre abitudini. La plastica non solo inquina i nostri mari ma anche l’acqua che beviamo e il cibo che mangiamo.

Per uscire da questa emergenza si illustreranno le possibili strade da percorrere attraverso l’adozione dell’approccio delle 3 R, Ridurre, Riutilizzare e Riciclare. Nel corso dell’evento verranno anche allestite esposizioni di oggetti e creazioni realizzati con il riciclo di materiali e proiettati i video di Ciak si sicenza sull’inquinamento delle plastiche e sulle soluzioni da adottare.

L'evento sarà allietato da pillole musicali che trattano temi vicini alla natura. Nel pomeriggio e fino alle ore 20 sarà ancora possibile partecipare al percorso nel chiostro e assistere alle esposizioni e alle proiezioni. L’evento si rivolge alla cittadinanza e verranno anche coinvolti studenti di scuole di secondo grado e di scuole superiori e studenti universitari, essendo tutti i cittadini, e in particolare i giovani, gli attori principali del cambiamento verso uno sviluppo sostenibile. Inoltre si presenteranno nuove iniziative per uscire dall'emergenza della plastica e si lancerà il Contest per gli studenti universitari della Campania per la raccolta di idee sul tema di una ‘nuova economia fuori dalla plastica‘ per il rilancio della nostra Regione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA