Napoli, Galleria d'Italia: sabato 22 ottobre l'evento «Toledo d'Italia. Parole e musica»

Napoli, Galleria d'Italia: sabato 22 ottobre l'evento «Toledo d'Italia. Parole e musica»
Mercoledì 19 Ottobre 2022, 12:33
4 Minuti di Lettura

Attori, musicisti e danzatori, attraverseranno gli spazi dell’iconico edificio storico dell’ex Banco di Napoli, in Via Toledo 177, in un’interazione creativa e dialogica con il pubblico e con i capolavori qui raccolti. Un evento aperto alla città, promosso da Intesa Sanpaolo e realizzato da Agenzia Teatri in collaborazione con Casa del Contemporaneo, che unisce in una duplice sequenza, dalle 11.30 alle 13.30 e dalle 17.00 alle 19.00 gli interventi performativi dei tanti artisti chiamati a farsi testimoni del loro speciale rapporto con Napoli e testimonial della grande civiltà espressa da una città–mondo in epoche diverse, come ben documentano le opere della splendida collezione esposta alle Gallerie d’Italia. Nelle fasce orarie dello spettacolo il museo sarà aperto gratuitamente alla città. Il cast unisce artisti di più generazioni come gli attori Fortunato Cerlino, Davide Mazzella, Peppino Mazzotta, Lino Musella, Tonino Taiuti, Ivana Maione e Federica Totaro, la coreografa Susanna Sastro e il danzatore Gioele Barrella, il pianista Mariano Bellopede, il duo vocale Ebbanesis e i tanti giovani musicisti del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, dalla classe di sassofono del M° Giuseppe Salime, all’ensemble di fiati del M° Eugenio Ottieri e alle classi di mandolino e chitarra del M° Fabio Menditto e del M° Vincenzo Amabile, dal violino solista del M° Giuseppe Grieco alla Violoncelliade del M° Luca Signorini, fino alla classe di musica elettronica del M° Elio Martusciello.

Un incontro, poetico–musicale, da vivere e condividere con il pubblico, a partire da una festante fanfara di fiati in via Toledo a condurre sulla scalinata dorata dove un pianoforte accompagna un assolo di danza contemporanea a moltiplicare in gesto dinamico il plastico tormento muscolare dell'Atlante Farnese che accoglie i visitatori delle Gallerie. Antonio Denunzio, vicedirettore delle Gallerie d’Italia-Napoli, commenta: «A pochi mesi dall’apertura della nuova sede, apriamo le porte delle Gallerie d’Italia di Napoli con un evento che parte da via Toledo e invita i turisti e la cittadinanza a entrare nel museo per vivere una esperienza artistica unica. L’abbiamo immaginata come una festa delle arti ma anche come un modo per rendere omaggio alla città, celebrare il talento napoletano ed esprimere il nostro legame con il territorio».

«Tutta la drammaturgia di Toledo d’Italia – sottolinea il regista Francesco Saponaro – tende a creare una vibrazione emotiva tra i capolavori raccolti alle Gallerie d’Italia e le performances che si muovono tra musica, recitazione e danza contemporanea poste in relazione, ma anche in contrasto, con gli spazi e con le opere esposte”. E’ il caso, ad esempio, di Lino Musella che fa risuonare le vibranti parole di Wanda Marasco legate alla visionarietà dolente e lacerata di Vincenzo Gemito, oppure di Peppino Mazzotta che, nei versi di Igor Esposito, è il protagonista dell’installazione sonora permanente dedicata al Caravaggio o, ancora, di Fortunato Cerlino che nella sala delle ceramiche attiche e magnogreche dà voce al Minotauro Asterione nel suo labirinto, fino ai duetti tragici e minimali di Annibale Ruccello animati da Ivana Maione e Federica Totaro e all’eclettica Piedigrotta Viviani di Tonino Taiuti, autentico pazzariello contemporaneo che insieme alle trascinanti Ebbanesis concluderà l’happening con una coinvolgente impetuosa jam session.

© RIPRODUZIONE RISERVATA