Napoli, grande successo per «I De Filippo» e «Il futurismo», mostre aperte anche domenica e festivi

Alla luce del grande successo le due mostre “i De Filippo, il mestiere in scena”, in programma dal 28 ottobre 2018 al 24 marzo 2019 a Castel dell’Ovo e “Il futurismo anni ’10 - anni ‘20”, visitabile dal 19 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019, nella trecentesca Cappella Palatina del Maschio Angioino, saranno aperte, a partire da domani (11 novembre) anche la domenica e i festivi nel pomeriggio fino alle ore 19.

Forte l’interesse dimostrato per “i De Filippo, il mestiere in scena”, la mostra monumentale fortemente voluta dalla famiglia De Filippo e promossa dal Comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo, è a cura di Carolina Rosi, Tommaso De Filippo e Alessandro Nicosia, Presidente di C.O.R. a cui si deve anche l’organizzazione generale del progetto. L’esposizione ha visto, a pochi giorni dall’apertura, un’ondata di visitatori provenienti da ogni parte d’Italia, che hanno potuto ammirare più di 70 costumi di scena (tra cui quelli di “Natale in casa Cupiello”), locandine, copioni manoscritti, foto e video inediti, conservati in archivi privati, in istituti e soprattutto dagli eredi Eduardo e Luca De Filippo, partendo dal capostipite Scarpetta, incontrando Eduardo anche nei film, nelle sue poesie, nelle sue canzoni.

Sulla stessa scia “Il futurismo anni ’10 - anni ‘20”, sempre promossa dal Comune di Napoli - Assessorato alla Cultura e al Turismo, con l’organizzazione di C.O.R. e curata da Giancarlo Carpi con Francesca Villanti, che espone straordinarie opere di Boccioni, Balla, Carrà, Severini, tra gli altri, portando lo spettatore a scoprire, attraverso tre dimensioni creative nuove e dirompenti, la prima e più importante delle avanguardie europee.
Sabato 10 Novembre 2018, 16:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP