Napoli, l'evento per sensibilizzare sulla salvaguardia del mare: ospiti d'eccezione

Sabato 20 Novembre 2021
Le Sirene di Marevivo.

Stlisti, artisti, imprenditori, noti professionisti ed anche delle specialissime miss hanno animato l’evento che, all’indomani della nuova legge approvata dal Parlamento in materia di tutela della “risorsa mare”, segna da Napoli il lancio di un programma di iniziative tese a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema di un ambiente marino da salvaguardare come bene primario di tutti. Ospitato l’altra sera nella splendida cornice ottocentesca di Villa Domi, l’evento è stato svolto in collaborazione fra l’associazione internazionale Amici di Ischia, Marevivo ed il compartimento della Guardia Costiera di Napoli, per l'edizione 2021 di "Sirene Fantastiche-Premio Amici del Mare".

Appuntamento interamente dedicato alla recente svolta legislativa che per la prima volta nel nostro paese detta le regole per la tutela della risorsa mare con l’obbiettivo di mettere in campo azioni più incisive per il contrasto all'inquinamento causato dalle plastiche. Ad essere premiati - con le sculture di metallo riciclato raffiguranti la testuggine Caretta-Caretta e realizzate per l’occasione dall'artista naive napoletano Felice Meo - sono stati alcuni fra i protagonisti dell'impegno a tutela del Mare Nostrum.

Video

Il docente universitario ed eminente biologo marino, Giovanni Fulvio Russo, già direttore per lunghi anni, della ricerca presso a sezione ischitana dell’istituto Anton Dohrn è stato premiato dal comandante Rodolfo Raiteri, in rappresentanza dell’ammiragliato e della Guardia Costiera. Dal consigliere regionale e vicepresidente della commissione sviluppo e sostenibilità, Diego Venanzoni, è stato consegnato il riconoscimento a Rosario Piscitelli, line manager della Snav, per i recenti sforzi compiuti dalla holding operante sulle linee marittime del Golfo, per migliorare la sostenibilità del trasporto passeggeri via mare. Altro riconoscimento poi, ai fratelli Assia e Salvatore Mele della “Mele Yacht”, come eccellenza della nautica in Campania.

Una tradizione familiare, quella dei Mele che porta a Napoli l'esperienza più richiesta dagli amanti del mare che ha visto due gioielli OTAM (che tra gli armatori vede il nome del napoletano Fabio Cannavaro) una storia di nautica da diporto made in Naples, che 40 anni fa nasce con Antimo, napoletano appassionato di mare e barche, che arriva oggi ai figli Assia e Salvatore che hanno regalato alla città questa esperienza esclusiva, unica ed artigianale: due yacht chiamati 70 HT (prima di Napoli presentato solo in anteprima mondiale al Cannes Yachting Festival 2021) e 65 HT One Off, modello in edizione limitata. E fra gli altri, per il suo impegno per il rilancio post pandemia degli spettacoli teatrali ed artistici a Castel dell'Ovo ed al Maschio Angioino, è stato premiato l'impresario Gianluigi Osteri.

A consegnare il premio a nome dell’associazione napoletana degli architetti che assieme ad Osteri ha organizzato dal 1 al 3 dicembre prossimi ad Afragola il primo festival italiano dedicato a cinema e architettura, è stata la consigliera dell’Ordine, Concetta Marrazzo. Fra gli ospiti della serata, nomi importanti del settore dell’alta moda come Lello Carlino, Gianni Molaro, Maurizio Marinella, Carlo Casillo, Titti Petrucci, Pasquale Della Pia, Michele Lettieri, Tiziana Mattera, Marinella Spose. Per il mondo dell’arte e dello spettacolo, il direttore d’orchestra e produttore di “Sanremo Giovani”, Ciro Barbato con la moglie giornalista televisiva Maria Puca, i registi teatrali Mariano Bauduin e Sergio Sivori, la show woman Paola Mercurio, la responsabile dei progetti Erasmus dell’accademia delle belle arti, Patrizia Valerio, il conduttore radio e tv Salvatore Calise.

Per le professioni, il chirurgo plastico Silvio Smeraglia, il notaio Marco De Ciutis, l’architetto Alessandro Castagnaro, gli avvocati Gaetano Inserra, Tiziana Iovine, il brooker del diportismo di lusso Massimo Luise. Emblema artistico della serata, la Sirena realizzata dalla body artist e pittrice di origine siberiana, Natali Ferrary. Le signore Anna Ferro, Teresa Di Biase, Maria Barone e Tatiana Miroshnikova sono state infine le quattro Lady Ondina Blu, testimonial del format nato negli anni della Dolce Vita nelle località balneari del Golfo di Napoli e delle isole e che nell’estate del 2022 porterà su tutti i lidi le campagne di sensibilizzazione di Marevivo per il rispetto dell’ambiente marino.

Attestati di stima sono stati poi consegnati ad Alessandro Slama, chef pasticciere designato nel 2020 Campione del Mondo, grazie al suo speciale panettone con le albicocche del Vesuvio, ai fratelli Domenico e Giuseppe Raccioppoli, gli imprenditori napoletani che hanno rilevato e rilanciato il famoso brand Calise e che assicureranno per contratto per la prossima stagione il banqueting per i diportisti che arriveranno sull’isola d’Ischia, e la Perrazzo Vini che produce vini d.o.c. ischitani e che essendo operativa dal 1852 è una delle più antiche aziende della Campania.

Come ha comunicato infine la residente nazionale di Marevivo, Rosalba Giugni, al termine dell’evento, «al fine di accelerare la transizione verso un’economia circolare e facilitare il raggiungimento degli obiettivi europei in materia di raccolta e riciclo, anche Marevivo Onlus aderisce all'appello dell’Associazione nazionale dei Comuni Virtuosi che insieme a A Sud Onlus, Altroconsumo, Greenpeace, Kyoto Club, LAV, Legambiente, Lipu-Bird Life Italia, Oxfam, Pro Natura, Slow Food Italia, Touring Club Italia, WWF e Zero Waste Italy, chiede l’introduzione di un efficiente sistema di deposito cauzionale per gli imballaggi per bevande monouso in Italia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA