Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli Artis Suavitas Civitas, bilancio positivo con 2000 presenza in tre giorni

Sabato 2 Luglio 2022
Napoli Artis Suavitas Civitas, bilancio positivo con 2000 presenza in tre giorni

Nemmeno il caldo soffocante degli ultimi giorni ha fermato la voglia di arte e di cultura di circa 2.000 persone che, tra il 28 e il 30 giugno hanno assistito agli eventi gratuiti previsti dal cartellone di Artis Suavitas Civitas, consentendo agli organizzatori di raggiungere l’ambizioso obiettivo originario di favorire il dialogo intergenerazionale su tematiche di attualità come le nuove modalità di fruizione dei musei, la sostenibilità ambientale, la storia di Napoli attraverso le opere della pittura napoletana dell’Ottocento, l’alta moda con il docufilm sulla maison E. Marinella, il cinema con la presentazione del libro sulla vita di Monica Vitti, il cibo tra identità e cultura e, dulcis in fundo, l’incontro con personaggi di prestigio internazionale nel corso della cerimonia ufficiale di premiazione.

Tutto questo è stato Artis Suavitas Civitas, il progetto culturale ideato e organizzato dall’Associazione Artis Suavitas Aps, presieduta dall’avvocato Antonio Larizza, con il Patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli, del Comune di Napoli, dell’università degli studi di Napoli «Federico II», di Rai Campania e del Palazzo Reale di Napoli. «Abbiamo scelto il Palazzo Reale di Napoli – dichiara l’avvocato Antonio Larizza, presidente dell’associazione Artis Suavitas Aps – come location della nostra kermesse in quanto rappresenta un fiore all’occhiello di quell’inestimabile patrimonio artistico e culturale di cui la regione Campania è notevolmente dotata, contribuendo così alla promozione e valorizzazione di un sito di grande pregio storico e architettonico. In relazione ai premiati, desidero ringraziare il Comitato Scientifico per aver individuato quelle eccellenze internazionali che con le loro qualità contribuiscono quotidianamente alla diffusione delle arti, della cultura e del sapere in diversi ambiti, ovunque nel mondo».

Video

La cerimonia di consegna dei Premi Artis Suavitas 2022, magistralmente condotta da Veronica Maya, ha regalato emozioni uniche agli spettatori presenti nel Teatro di Corte di Palazzo Reale, sul cui palco, nel corso della serata di giovedì 30 giugno, si sono alternati per ritirare «L’Albero della Cultura»: Piero Angela (giornalista e divulgatore scientifico); Pupi Avati (regista); Diego De Silva (scrittore); Laura Delli Colli (giornalista e scrittrice; Oscar Farinetti (imprenditore); Massimiliano Gallo (attore e regista); Hauser (musicista); Alessio Lapice (attore); Milot (pittore e scultore); Michelangelo Pistoletto (pittore e scultore); Liu Ruowang (pittore e scultore); Maya Talem (attrice e modella). Durante il gran galà di premiazione, lo scrittore Maurizio de Giovanni, accompagnato dalla chitarra del M° Antonio Saturno, è stato protagonista di uno struggente ed emozionante monologo dedicato al paroliere e poeta Vincenzo Russo, autore dei versi di I' te vurria vasà; 'A serenata d' 'e rose; Maria Marì; Canzona bella; Nuttata a mare; Torna Maggio e L'urdema canzone mia (Tutt'è fernuto). Maurizio de Giovanni sul palco del Teatro di Corte di Palazzo Reale ha fatto comprendere al pubblico in sala come Vincenzo Russo, pur senza ricevere un’istruzione regolare, rappresenti tuttora oggi un simbolo di eccellenza nel mondo delle arti e della cultura. A chiudere l’edizione di Artis Suavitas Civitas 2022 sul palco del Teatro di Corte di Palazzo Reale di Napoli, il musicista di fama internazionale Hauser che, nel ritirare il premio dalle mani del Presidente Antonio Larizza, ha incantato il pubblico con il suo violoncello.

Durante la cerimonia giovedì scorso è stato premiato anche il dottor Luca Orlando, in qualità di vincitore del bando dedicato al laureato più meritevole nel corso dell'anno accademico di riferimento, il quale, in base a quanto stabilito dal comitato scientifico del Premio Artis Suavitas, avrà diritto ad una borsa di studio di euro 3.000,00 per accedere ad un Master di Secondo Livello presso una delle Università presenti sul territorio regionale della Campania. Il Comitato Scientifico del Premio Artis Suavitas è composto dal Magistrato Nicola Graziano (presidente); dallo scrittore Maurizio de Giovanni e dal vicedirettore della Tgr Rai Nazionale Antonello Paolo Perillo. La scultura del Premio consegnato alle eccellenze internazionali è stata realizzata dall'Artista Cettina Prezioso, in collaborazione con Anna Napolitano, essa rappresenta l'Albero della Cultura, raffigurante una persona che legge prendendo linfa vitale dai valori sociali della propria terra, valori fondamentali per chi è ben radicato nel suo ambito sociale, saperi degni di essere appresi e trasmessi alle generazioni successive. Il perpetuarsi, la ciclicità di questi valori viene dimostrata nell'opera dalle radici dell'albero che affondano in una ruota, simbolo di rinnovamento e dello scorrere inesorabile del tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA