Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, la «coscienza» tra Bibbia e filosofia: il libro di Ernesto Borghi e Franco Buzzi

Giovedì 28 Aprile 2022
Napoli, la «coscienza» tra Bibbia e filosofia: il libro di Ernesto Borghi e Franco Buzzi

Domani, venerdì 29 aprile, a partire dalle ore 11.00, presso la sezione San Tommaso d’Aquino della Pontificia facoltà teologica dell’Italia meridionale (Pftim), a Napoli, in viale colli Aminei 2, sarà presentato al pubblico e alla stampa il libro «Coscienza, riconoscenza e azione. Per cercare di essere umani» di Ernesto Borghi e Franco Buzzi, pubblicato dalle edizioni san Lorenzo.

Obiettivo del volume è esaminare, per notazioni sintetiche e riferimenti testuali, che cosa la Bibbia e la filosofia euro-occidentale dicano sul fondamento trascendentale della coscienza etica e sulle modalità per vivere oggi in modo consapevole. Si tratta di un lavoro che intende contribuire a valorizzare quanto le epoche precedenti hanno donato alla nostra, a cominciare dall’antichità euro-mediterranea e medio-orientale, in termini educativi e formativi in vista di una vita umanamente consapevole e sensatamente felice, al di fuori di fondamentalismi e settarismi culturali e religiosi si ogni genere.

La presentazione dell’opera, organizzata dal seminario di scienze bibliche della Pftim in collaborazione con l’associazione biblica della Svizzera Italiana, dopo i saluti iniziali di Don Francesco Asti, decano della sezione San Tommaso d’Aquino, vedrà la partecipazione dei due autori, che entreranno in dialogo con Don Gaetano Di Palma, direttore del Seminario di Scienze Bibliche, e Don Antonio Ascione, docente di filosofia della Pftim.

Ernesto Borghi nato a Milano nel 1964, sposato con Maria Teresa (1999) e padre di Davide (2001) e Michelangelo (2007), è laureato in lettere classiche (Università degli Studi di Milano), licenziato in scienze religiose (Università di Fribourg), dottore in teologia (Università di Fribourg), baccelliere in sacra scrittura (pontificia commissione biblica di Roma). È biblista professionista dal 1992. Insegna introduzione alla sacra scrittura presso l’Issr «Romano Guardini» di Trento e sacra scrittura alla facoltà teologica di Napoli (sezione San Tommaso d’Aquino). Dal 2003 coordina la formazione biblica nella Diocesi di Lugano e presiede l’associazione biblica della Svizzera Italiana (www.absi.ch). Dal 2019, per la federazione biblica cattolica, coordina l’area Europa del Sud e dell’Ovest. Tra i suoi libri più recenti: La giustizia dell’amore. Matteo 5-7 e Luca 6.11 tra esegesi ed ermeneutica, Effatà, Cantalupa (To) 2021. Nuova traduzione ecumenica commentata, edizioni Terra Santa, Milano 2021.

Franco Buzzi nato a Lurate Caccivio (Como) nel 1948, è presbitero della Diocesi di Milano dal 1972. Ha studiato teologia e filosofia a Milano, Roma e Monaco di Baviera. Ha insegnato filosofia e corsi speciali di teologia fondamentale a Milano (seminario arcivescovile e facoltà teologica dell’Italia settentrionale) e a Roma (pontificia università gregoriana). XXV prefetto della biblioteca ambrosiana (2007-2017) e presidente dell’Accademia Ambrosiana (2008-2017), continua i suoi studi sull’Età Moderna e sul Medioevo presso la medesima istituzione, facendo parte dal 1992 del collegio dei dottori. Ha dedicato studi e pubblicazioni all’idealismo tedesco, al luteranesimo e alle dottrine politiche, giuridiche e teologiche della seconda scolastica. È membro effettivo dell’Istituto lombardo accademia di scienze e lettere ed è presidente dell’accademia di studi luterani in Italia (Asli). Tra i suoi libri più recenti: Quale Europa cristiana? La continuità di una presenza, Jaca Book, Milano 2019; Da Roma a Mosca via Bisanzio (secoli IV-XVI). Fattori politico-religiosi e culturali nella formazione dell’Europa orientale, Aracne, Roma 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche