Le scale di via Luca Giordano
intitolate ad Artemisia Gentileschi

Domenica 7 Marzo 2021 di Cristina Cennamo
Le scale di via Luca Giordano intitolate ad Artemisia Gentileschi

Una strada in onore di Artemisia Gentilschi, celebre pittrice del ‘600 e prima donna della storia ad entrare nella prestigiosa Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze con diritti analoghi agli altri artisti. E' l'auspicio del Consiglio della Quinta Municipalità di Napoli Arenella Vomero, che ha approvato un ordine del giorno con il quale intende intitolarle le scale di via Luca Giordano. Oggi infatti, spiegano i consiglieri in una nota, Artemisia rappresenta un simbolo di una rivoluzione culturale che anticipava di gran lunga i tempi ed il presidente della Municipalità Paolo De Luca ritiiene pertanto che questa decisione garantirebbe «un equilibrio di genere alle strade del Vomero nella zona di via Luca Giordano, oggi tutte intitolate a pittori  caravaggeschi».
«Con questa delibera - sottolinea l’assessore alle Pari Opportunità della Municipalità Maria Lippiello - finalmente si concretizza sul territorio l’obiettivo della modifica  alla Toponomastica cittadina del 2012  che mirava a colmare il divario di genere nell’intitolazione delle strade». Un ringraziamento particolare a tutti i consiglieri, commissari ed assessori è stato espresso allora dal presidente della commissione Pari Opportunità Cinzia Del Giudice, per la sensibilità dimostrata verso una donna simbolo dell’emancipazione femminile sul cui personaggio si è lavorato a fondo anche grazie agli approfondimenti dei luminari Ersilia Di Palo ed Alfonso Fusco. 
La commissione lavora su aspetti concreti che impattano sulla vita delle donne, partendo dalle  politiche di sostegno all’infanzia attraverso la creazione di asili nido, ludoteche fino a garantire servizi per gli anziani perché, spiega, «le pari opportunità si garantiscono alle donne se si attivano servizi che garantiscano la possibilità di conciliare i tempi famiglia/lavoro e di affermare la parità in ogni aspetto della vita pubblica e privata».

Domani quindi in occasione della Festa della Donna la Quinta Municipalità ha promosso un dibattito virtuale su Google Meet nel corso del quale si parlerà appunto della pittrice e del suo contributo reso alla storia dell'arte come a quella del femminismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA