Procida Capitale Italiana della Cultura 2022, ​focus sul Mediterraneo con “Esercizi sul futuro”

Procida Capitale Italiana della Cultura 2022, focus sul Mediterraneo con “Esercizi sul futuro”
Lunedì 19 Settembre 2022, 17:49
3 Minuti di Lettura

Mare in mezzo alle terre, il Mediterraneo è per vocazione e storia un intreccio di rotte, di scambi e di migrazioni. Ma oggi è anche, il Mediterraneo, uno specchio delle diseguaglianze globali: uno spazio di attraversamento per chi è in fuga da conflitti o in cerca di un futuro da poter auto-determinare; un libro della memoria che custodisce e a volte restituisce le storie di bambini e di intere famiglie annegate nella traversata per cambiare i propri destini. 

Due punti di osservazione su rotte che ispirano il quarto appuntamento di “Esercizi sul futuro. Dialoghi su contemporaneità e antropocene”, a cura di Innovation Village, per Procida Capitale Italiana della Cultura 2022.

Appuntamento giovedì 22 settembre alle 17.30 in piazza Marina Grande (accesso libero, posti a sedere limitati, info www.procida2022.com) con il talk “Confini mediterranei. Storie di rotte e approdi”, animato da due ospiti d’eccezione: Simone Perotti e Valerio Cataldi.

«Il grande tema delle migrazioni, la complessità del Mediterraneo e lo sguardo di due grandi pensatori, da un osservatorio privilegiato come l’isola, ispirano un nuovo incontro stimolante per una rassegna che ha già affrontato argomenti cruciali come la mobilità sostenibile, i cambiamenti climatici, i confini dell’universo», spiega il direttore di Procida 2022, Agostino Riitano.

Video

«Con gli incontri di Esercizi sul Futuro - sottolinea Francesca Cocco, program manager Innovation Village, che introdurrà l’incontro – continuiamo ad approfondire i grandi temi della contemporaneità, alimentando il dibattito nel grande pubblico con il coinvolgimento di scienziati, scrittori, giornalisti e filosofi». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA