Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rione Sanità Film Festival, il concerto del coro “Vocalia” apre la rassegna

Domenica 3 Luglio 2022
Rione Sanità Film Festival, il concerto del coro “Vocalia” apre la rassegna

Il concerto del coro “Vocalia” diretto dal maestro Luigi Grima aprirà la serata di gran gala, che si terrà il 6 luglio alle 20.30 nella basilica di Santa Maria della Sanità. Una serata evento per presentare il “Rione Sanità Film Festival” e il premio giornalistico nazionale Luciano Donelli - Storie di vita e di riscatto, promosso da Fondazione di Comunità San Gennaro, Fondazione con il Sud e Ordine dei Giornalisti della Campania, giunto alla II edizione.

Su iniziativa di padre Antonio Loffredo, il premio giornalistico Donelli è stato inserito nel percorso “Benvenuti al rione sanita - film edition”, in programma dal 4 all'11 luglio con 8 proiezioni gratuite. A condurre la serata il giornalista Luca Rosini mentre direttore artistico è il regista Vincenzo Pirozzi. 

La Sanità renderà omaggio all’attrice Eleonora Quattrocchi, magistrale nella interpretazione della madre dolente di Pierfrancesco Favino, nel film “Nostalgia” di Mario Martone. Madrina della serata sarà l’attrice Cristina Donadio. Dopo la proiezione di estratti di film storici ambientati nel rione sanità, “Ieri e oggi, il cinema racconta il Rione Sanità”, ci sarà il momento della premiazione dei giornalisti vincitori.

L’attenzione per questa II edizione del premio Donelli è stata focalizzata sulla periferie come simbolo di riscatto. Dalla Sanità al resto del mondo. Ma l’evento sarà anche l’occasione per ricordare i giornalisti impegnati, quelli che hanno pagato con la vita il prezzo della verità. Come Mario Paciolla, attivista e volontario italiano, assassinato durante l'esercizio delle sue funzioni di volontario delle Nazioni Unite il 15 luglio 2020. La famiglia e lo Stato italiano attendono ancora la verità sulla morte di Mario. La basilica della sanità, ospiterà mamma Anna, il suo dolore e la sua sete di giustizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA