Tra tisane e yoga, i musei di Napoli si aprono al benessere

di Emanuela Sorrentino

Al Museo Duca di Martina un pomeriggio dedicato al benessere con un focus su erbe e tisane, a Palazzo Reale relax all'insegna dello yoga. A Napoli andare al museo vuol dire fare un pieno di relax e sani stili di vita, a cominciare da alimentazione e rilassamento. E così giovedì 22 febbraio nuovo appuntamento con «I Giovedì del benessere» dedicati, ogni mese, al benessere della mente e del corpo al Museo Duca di Martina (via Cimarosa,77 e via A. Falcone, 171). Ritorna dopo anni l’abitudine a utilizzare infusi e tisane, antichi prodotti medicamentosi della tradizione, da cui ha attinto la moderna farmacologia. Una breve panoramica sulle differenze fra le diverse preparazioni e sui principi attivi di erbe, radici, bacche e fiori che possono contribuire al raggiungimento del benessere. Ma per trarre i maggiori benefici da queste preparazioni è importante anche l’analisi dell’acqua, elemento fondamentale che consente di catturare i principi attivi delle erbe. Per scoprire le erbe per tisane e infusi si inizierà con una visita, insieme al direttore del Museo Luisa Ambrosio, ai raffinati oggetti delle collezioni del museo, dedicati alle thè, alle erbe e ai medicamenti, tra i quali si segnala una scatola da thè di manifattura di Meissen, databile 1750-1760.

Seguirà la conversazione con Fiorella de Pascale, biologa ed esperta in nutrizione e, infine, una degustazione guidata offerta da  “Il piacere di offrire il tè” di Grippa. La partecipazione agli incontri è con il biglietto ridotto del museo (2 euro). 

Pratica di yoga, invece, venerdì 23 febbraio alle ore 17 a Palazzo Reale. L'iniziativa rientra nel progetto 'Lo Yoga per i Musei – i Musei per lo Yoga' che prevede corsi gratuiti di yoga in nove musei tra Napoli, Capri e Piano di Sorrento da gennaio a giugno.Ogni incontro settimanale dura due ore, si accede con il biglietto d'ingresso del museo di 4 euro e previa prenotazione via mail: acquadimedicina@gmail.com. Già tanti i prenotati per questa prima lezione che sarà condotta dal maestro Gino Sansone, fondatore e presidente della Scuola di Yoga Integrale, e da due insegnanti diplomati della Scuola. Ai praticanti è richiesto d'indossare abiti comodi, caldi e chiari; di portare plaid e tappetino. Ogni lezione comprende esercizi di scioglimento, posizioni yoga (asana), tecniche di respiro profondo e consapevole (pranayama), mantra, meditazione e rilassamento. 

Martedì 20 Febbraio 2018, 12:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP