Massimo Troisi patrimonio artistico collettivo, l'osservatorio cinematografico vesuviano racconta la sua storia

Martedì 3 Agosto 2021
Massimo Troisi patrimonio artistico collettivo, l'osservatorio cinematografico vesuviano racconta la sua storia

«Massimo ieri, Troisi, oggi» è la mostra a cura dell'osservatorio cinematografico vesuviano allestita durante il premio dedicato all'illustre artista lungo i viali di villa Bruno a San Giorgio a Cremano.

La mostra, in forma ridotta, si è tenuta durante il «premio Massimo Troisi», nei locali di villa Bruno, ma in autunno è prevista una riesposizione, questa volta in forma completa e per un lasso di tempo maggiore. Quest'ultima sarà interamente ecosostenibile, realizzata su supporti di cartone ondulato e materiali che non danneggiano l'ambiente.

La storia di Massimo Troisi, nativo del comune vesuviano, è raccontata attraverso una selezione di poster originali della sua filmografia e di articoli di giornali che hanno raccontato la sua carriera. 

«Troisi non è solo il premio», dice il sindaco, «la figura di Massimo è presente ovunque nella nostra città. Con l'osservatorio cinematografico vesuviano stiamo lavorando in sinergia affinchè le opere legate alla sua carriera e allo stesso tempo quelle del premio che lo celebra, non vadano perdute, ma anzi rappresentino un immenso e inedito tesoro artistico collettivo». 

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA