Bacoli, nel complesso vanvitelliano la Festa del Mandarino dei Campi Flegrei

agrumi
di Patrizia Capuano

BACOLI - Boom di presenze per la sesta edizione della «Festa del Mandarino dei Campi Flegrei», organizzata dall’associazione Immagine del Mito. Oggi la kermesse è in corso nel parco vanvitelliano del Fusaro, ieri l’apertura. In programma, nella Sala Ostrichina, dibattiti e tavole rotonde. Al termine l’esibizione dell’ Orchestra Musikè in concerto con i «Canti della tradizione della Campania». Nel corso della manifestazione, visite guidate con la Proloco Città di Bacoli e l’associazione Phlegraeus al Real sito borbonico e alla Casina Vanvitelliana, nel lago Fusaro. Da cornice artigianato, moda, le mostre fotografiche «Frammenti Urbani» di Angelo Moscarino e «Profumo di donna» di Mariano Stellatelli; l’esposizione di pittura dal titolo «Paesaggistica Flegrea» del maestro d’arte Antonio Isabettini. Per i più piccoli invece il laboratorio didattico «Ci manda..rino», curato dall'associazione «Insieme ai Ponti Rossi - eventi» in collaborazione con la pedagogista Marianna Ferraiuolo e Arianna Fortezza. Da gustare, inoltre, drink e prodotti a base di mandarino, preparati dagli studenti dell’Istituto professionale per i servizi enogastronomici e l’ospitalità alberghiera (Ipseoa) Gioacchino Rossini di Napoli. L’obiettivo degli organizzatori è di rivalutare il mandarino dei Campi Flegrei, pregiato agrume invernale importato dalla Cina e coltivato a Napoli, nel Real Orto Botanico e nel parco di Capodimonte, nel 1816. Di recente è stato inserito dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali nell’elenco dei prodotti tipici della Regione Campania.

 
Domenica 14 Gennaio 2018, 12:37 - Ultimo aggiornamento: 14-01-2018 12:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP