Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bacoli, il ristorante stellato Caracol inaugura la nuova stagione

Mercoledì 16 Marzo 2022
Bacoli, il ristorante stellato Caracol inaugura la nuova stagione

Alta cucina tra acqua e cielo. Mercoledì 16 marzo riapre Caracol, il ristorante una stella Michelin del Cala Moresca di Bacoli. Ci sono tante novità a caratterizzare la stagione 2022: nuovi piatti, nuova carta delle acque e degli oli, nuovo maître sommelier, wine pairing, tasting di oli, nuove divise e tanto altro. I due menù degustazione: Miseno da sette portate e Baia da nove, vedono protagonisti i Campi Flegrei.

«Menù improntati sulla mia storia e quella del nostro territorio - spiega lo chef Angelo Carannante - in cui ho deciso di mettere in risalto l’unione contadina e di mare che lo caratterizza, ma strizzando sempre l’occhio a ciò che il mondo e le diverse culture possono apportare alla nostra cucina. Quest’anno però, è ancora più grande la voglia di portare in tavola il territorio flegreo». Tra i piatti in menù: gamberi con latte di arachidi, succo di carota acidula e caviale oscietra, bottone di pasta all’uovo ripieno di topinambur, chorizo di calamaro e vongole veraci, rombo alla cacciatora, predessert di mandorla, limone e alloro e l’oct-dog, il tramezzino di polpo, da gustare con l’aperitivo al tramonto prima della cena. Con Carannante un altro flegreo doc: il nuovo maître sommelier Dario Dal Monte, che propone uno speciale wine-pairing con vitigni di tutta Italia e un focus speciale sui vini flegrei e interessanti tasting di olio.

«Ho avuta la possibilità di collaborare con grandi chef internazionali, lavorando per molto tempo all’estero- racconta Dal Monte - il mio rientro in Italia da Shangai, lo devo in primis ad Antonino Cannavacciuolo, con cui ho collaborato per qualche anno, ma il fil rouge con la mia amata Bacoli ha avuto la meglio e con lei una proposta che ho preso immediatamente in considerazione, lavorare in una delle chicche dei Campi Flegrei, il Caracol».

«Siamo molto felici di lavorare con Dario - commenta Roberto Laringe - un talento flegreo, che ritorna nella sua città per contribuire a creare valore per il territorio e per l'azienda Caracol, come lo è stato Ciro Sannino, che gli ha passato il testimone. A Ciro vanno i nostri ringraziamenti per l’encomiabile lavoro effettuato di grande valore e valori e gli auguriamo le migliori fortune professionali». Dal Monte trova una ricca e suggestiva cantina con oltre 350 etichette e quest’anno inoltre un’ottima selezione di acque e di oli, che comprende anche quello di Bacoli a km zero realizzato ad hoc per il complesso alberghiero Cala Moresca Caracol. Parola d’ordine accoglienza per gli imprenditori Laringe e Gisonno, che presentano una stagione in cui ci sono tutte le premesse per fare bene e ambire alla seconda stella, con un confronto continuo tra le cucine e non solo del Cala Moresca e del Caracol. Altra novità: quest'anno la brigata del Caracol veste Barba, la famosa azienda napoletana leader nella sartoria. Dal 16 marzo al 30 maggio, aperti a cena dal mercoledì venerdì. A pranzo e a cena il sabato e la domenica. Chiusi il lunedì è il martedì. Dal mese di giugno aperti anche il martedì, chiusi la domenica a pranzo, si cena dall’ora del tramonto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA