La Campania diventa green a Città della Scienza il 21 e il 22 settembre

La Campania diventa green a Città della Scienza il 21 e il 22 settembre
Martedì 20 Settembre 2022, 20:25
4 Minuti di Lettura

Seconda settimana di incontri tematici sulla green economy. A Città della Scienza il 21 e il 22 settembre torna Campania greenParte da qui la Green challenge, ossia quattro sfide tematiche volte alla creazione di nuove aziende “sostenibili” nei settori dell’agricoltura, del mini eolico, dell’edilizia e dell’automotive. Ogni challenge, incentrata su uno dei quattro filoni tematici individuati, consentirà a venti idee imprenditoriali “green” selezionate da una giuria di esperti di affrontare tutte le fasi necessarie alla realizzazione della propria startup.

Cornice di eccezione del lancio delle challenge sarà la seconda settimana di Green meet, dei veri e propri Cafè scientifique durante i quali docenti universitari, associazioni e ordini professionali, aziende specializzate del territorio e stakeholders affronteranno nel dettaglio tutte le possibilità di sviluppo dell’economia sostenibile nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, della mobilità e delle fonti energetiche rinnovabili. Il primo appuntamento è in programma mercoledì 21 settembre nella sala Saffo del centro congressi di Città della Scienza, a partire dalle 9:30. La partecipazione agli eventi consentirà il rilascio di due crediti di formazione professionale per gli ingegneri, oltre che un attestato di frequenza.

I temi affrontati saranno due. Al mattino, “le sfide della green economy nell'elemento acqua: efficientamento energetico e innovazioni tecnologiche nel settore dell'agricoltura 4.0 e nella gestione sostenibile della risorsa idrica”. Nel pomeriggio, “le sfide della green economy nell'elemento aria: efficientamento energetico e innovazioni tecnologiche nel settore del mini-eolico con riferimento alle fonti di energia rinnovabili nell'ambito della Fattoria 4.0”.

Il progetto Campania green guarda alla green economy come motore per una crescita verde e uno sviluppo sostenibile dell’economia regionale, attraverso un percorso sperimentale di formazione innovativo direttamente rispondente alle necessità del territorio e alla creazione di start up innovative in tutti i settori in cui si può sviluppare la green economy.

Sono tre le anime del progetto Campania green: green challenge, green job e green meet. Green Challenge: solo venti idee di business potranno poi accedere ai servizi di accompagnamento e mentoring, ovvero alla prima fase di Green cowo: 60 ore di approfondimento durante le quali esperti in materie amministrative, economiche e gestionali, nonché in materia di assessment tecnologico supporteranno i destinatari dell’intervento nel perfezionamento dell’idea d’impresa, sostenendo gli aspiranti imprenditori nella fase di messa a punto del business plan.

Al termine del mentoring saranno selezionate le migliori dieci idee di business che parteciperanno alla seconda fase di Green cowo, con ulteriori cento ore dedicate al training e alla preparazione dei pitch conclusivi. I dieci startupper saranno invitati ad illustrare le loro proposte, attraverso un pitch evoluto, innanzi ad una platea di soggetti appositamente selezionati tra operatori istituzionali e della grande impresa, venture capitalist e business angels.

Video

Green job: In questa fase di transizione ecologica in cui l’innovazione tecnologica e l’efficientamento energetico non sono più solo auspicabili, ma una vera e propria necessità, è sempre più sentita l’esigenza di creare nuove figure professionali che siano in grado di cogliere le sfide che la green economy ci impone. In questa ottica il progetto Campania green ha ideato un processo formativo per diventare esperto in economia circolare, e destinato ai giovani in possesso di laurea specialistica/magistrale o diploma di laurea in: ingegneria, geologia, chimica, fisica. La figura in uscita? Il “tecnico esperto nella pianificazione di processi produttivi innovativi per la riduzione dell’impatto ambientale”. Il percorso ha una durata complessiva di 500 ore, di cui: 300 ore di attività aula/laboratorio e 200 ore di stage.

Il Green meet prevede quattro eventi, uno di mattina e uno di pomeriggio dei due giorni, dedicati alle sfide della green economy nei quattro elementi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA