Capri: «Da Gemma» sulla vetta del Blog di Pignataro

di Mariano Della Corte

Capri. ll ristorante “Da Gemma” si è classificato primo nella top 9, stilata sul Wineblog del giornalista enogastronomico Luciano Pignataro, dei migliori ristornati sul mare di Capri. L'articolo a cura di Ugo Marchionne, critico e food writer ha individuato nove “ristoranti di mare da amare” in diversi punti dell’isola dove tradizione, contaminazione e valorizzazione del pescato rappresentano ancora dei valori fondamentali. Da Gemma, il ristorante e beach club a Marina Grande che affaccia sulla baia di Napoli, occupa la posizione numero uno della classifica, entrando da vincitore nel parterre di una delle più stimate guide del Sud Italia. Scrive Marchionne:“Il primo ristorante che si incontra venendo dal porto.
 
 

L’ospitalità di Gemma Rocchi di concerto alla cucina pensata dal maestro Peppe Guida rappresentano la ricetta di successo di un ristorante che fonde comfort & gourmandise. Un lido che si fa ristorante e da quest’anno un ristorante che si fa lido di mattina. Adatto a soddisfare la voglia di mare ed ottima cucina sia di giorno che di sera.” Da Gemma è forte di una tradizione antica che collega il nome di Capri alla personalità di grandi donne che ne hanno lanciato la fama internazionale nel mondo, basti pensare ad Assunta Iacono dei Faraglioni, Giuseppina della Pigna, Margherita Mellino a Marina Piccola, e la stessa Gemma Lembo alle spalle della Piazzetta, mitica decana della ristorazione isolana, nonna dell'attuale Gemma Rocchi che ha preso il testimone di famiglia, trasportandolo dagli archi seicenteschi dietro la Piazzetta su un lido vista mare. Gemma Lembo era uno dei numi tutelari della ristorazione caprese, forte di quella cultura dell'ospitalità che accoglieva con discrezione ed eleganza gli ospiti, nel pieno centro dell'isola, come veri amici. Basti pensare che tra i suoi clienti abituali figuravano Graham Greene, la Principessa Soraya, Gracie Fields l'inventrice della “Canzone del Mare”, la famiglia Cerio e i divi anni ' 60 come Brigitte Bardot e Clark Gable. Oggi quella stessa tradizione rivive attraverso la nipote Gemma Rocchi, presso il Lido Le Ondine da dove partiva la storica gara in mare Capri-Napoli.

Gemma infatti ha brevettato il marchio del ristorante che aveva un' insegna in Piazzetta, dipinta dal grande artista e illustratore futurista Mario Laboccetta, facendo rivivere i sapori di famiglia su un lido pieds dans l'eau. Seguendo il report di Marchionne, location, vista e qualità gastronomica: questi sono i requisiti fondamentali per fare parte della top 9. Cotture essenziali e pescato locale, le componenti determinanti della cucina seafront. In costante evoluzione, la cucina di mare oggi appare multiforme, seducente, tradizionale o contaminata. Gourmet o popolare, il mare ha sempre tanto da regalare agli occhi e al palato. Tra gli altri ristoranti vista mare in cui il binomio food&location è vincente, figurano, in ordine di classifica, sempre a Marina Grande il “JKitchen” del JK Palace e “Lo Zodiaco”, mentre a Marina Piccola “Ciro a Mare”, “La Canzone del Mare”e “Da Luigi ai Faraglioni” . Infine ad Anacapri “Il Riccio”, da “Giorgio al Cucciolo” ed il “Lido del Faro”.





 
Domenica 12 Agosto 2018, 15:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP