Conclusa la seconda edizione del Capri Movie International Film Festival

Lunedì 20 Settembre 2021 di Anna Maria Boniello
Conclusa la seconda edizione del Capri Movie International Film Festival

Si sono spente le luci sulla seconda edizione del Capri Movie International Film Festival 2021 che si è avvalsa quest’anno della direzione artistica dal docente universitario di storia e critica cinematografica Valerio Caprara e di una giuria composta da nomi importanti quali: i giornalisti Fabrizio Corallo, Gigi Marzullo, Annamaria Panzera e l’esperto di cinema John Paul Wauck sacerdote della Prelatura dell’Opus Dei.

Circa mille pellicole di corti sono state inviate da ogni parte del mondo per partecipare al Capri Movie, alcune addirittura dal Sudan, dall’Egitto, dalla Francia, dalla Gran Bretagna e tanti italiani, la giuria ha selezionati circa 30 finalisti. Il vincitore della categoria sguardi internazionali, è Mousie, di David Bartlett, Gran Bretagna. Per Sguardi Animati il vincitore è un italiano Edoardo Natoli con Solitaire. Ancora un italiano, Giulio Mastromauro vincitore con il suo corto Inverno per Sguardi Nazionali. Per Sguardi di sfida il vincitore è stato lo straniero belga di Leonardo van Dijl con Stephanie. Ha ritirato il premio la distribuzione ZEN MOVIE, Belgio. Mentre il pubblico che ha partecipato alla visione delle tre giornate di proiezione, che si sono tenute presso il centro polifunzionale internazionale, ha premiato il corto di Ludovico Buldini dal titolo Giorni da funamboli. Tra gli eventi del Capri Movie 2021 apprezzatissima è stata la mostra “Magnifica Giulietta” dedicata ad una delle più grandi attrici del nostro cinema ovvero Giulietta Masina. Una retrospettiva dei vari personaggi interpretati con la regia del marito Federico Fellini che è stata molto seguita dal pubblico.

 

Ben quaranta fotografie di scena, tra cui alcune inedite, che le due associazioni locali che hanno organizzato il festival Capreae Sirenum Tellus e Polis 3.0 con la collaborazione dell’Archivio Fotografico della Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. All’interno della tre giorni dedicata ai corti il Direttore artistico Valerio Caprara ha voluto inserire la presentazione del libro “Giulietta Masina” edito da CSC e Sabinae del regista, scrittore e amico e collaboratore di Federico Fellini, Gianfranco Angelucci che contiene un ricco carnè fotografico che proviene dall’Archivio Fotografico del Centro Sperimentale di Cinematografia della Cineteca Nazionale. A cui ha fatto seguito la proiezione di “Giulietta degli spiriti” girato nel 1965 e recentemente restaurato. Nel corso dell’ultima serata che si è tenuta ieri protagonista Pupi Avati che è stato intervistato dal giornalista ed esperto di cinema Fabrizio Corallo in un interessante percorso nel cinema italiano ed in quello Felliniano.

Nel backstage delle proiezioni il Capri Movie ha anche siglato un protocollo d’intesa con il Procida Film Festival di cui è presidente il giornalista Francesco Bellofatto, per sancire il legame che unirà nel cinema Procida e Capri ha partecipato al Festival Leonardo Costagliola, assessore al turismo di Procida, che ha ritirato un premio destinato al Sindaco dirimpettaio. Ma la novità di quest’anno ideata dal direttore artistico Valerio Caprara è stata l’istituzione del premio Claudio Carabba che è stato attribuito al grande critico cinematografico Gianni Canova. La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del Comune di Capri dove il Sindaco Marino Lembo ha voluto incontrare la vedova del grande giornalista scomparso ed il figlio lo scrittore Enzo Fileno Carabba, Gianni Canova, Valerio Caprara e gli organizzatori del Capri Movie Capreae Sirenum Tellus e Polis 3.0.

© RIPRODUZIONE RISERVATA