Arte, musica e fotografia: ecco tutti gli eventi del weekend a Napoli

Venerdì 12 Aprile 2019 di Irene Saggiomo
Week end a Napoli

Nel fine settimana che precede alle festività di Pasqua, le iniziative per il divertimento non mancano di certo.

Comincia oggi pomeriggio alle 15 la nuova mostra di Caravaggio a Napoli, al museo di Capodimonte una nuova esposizione temporanea, per approfondire il periodo napoletano di Caravaggio, quello più intenso della sua produzione artistica, per capire il contesto in cui ha lavorato, le sue frequentazioni, il successo di un’artista che a Napoli trovò il fermento giusto per produrre i suoi capolavori. In mostra le due versioni della Flagellazione, quella di Capodimonte e quella del Musée des beaux arts di Rouen (assente da oltre trent'anni dal circuito espositivo), le Sette opere di Misericordia dal Pio Monte, il Martirio di Sant'Orsola da Palazzo Zevallos Stigliano, la Salomé con la testa di Battista dalla National Gallery di Londra, l'altra Salomé dal Palacio Real di Madrid e il San Giovanni Battista dalla Galleria Borghese di Roma. La mostra è visitabile da oggi fino al 14 luglio. Il costo del biglietto, comprensivo dell'ingresso al museo, è 15 euro.
 
Cocktail di inaugurazione questo pomeriggio per la nuova sede della gioielleria Studio Morelli di Stefania Cilento. La disegnatrice di gioielli napoletana cambia casa per spostarsi in una boutique in Largo Vasto a Chiaia 86 a Napoli. Per l’occasione, sarà presentata la collezione di bijoux della linea estiva. Appuntamento per questo pomeriggio dalle ore 17.30 fino a sera.
 
Eccezionale apertura serale, con visite tematiche teatralizzate, della Cappella di Sansevero, oggi alle ore 20 e per altre 4 date nell’arco di questa primavera. Gli appuntamenti serali a Cappella Sansevero consistono in visite tematiche su prenotazione, che offriranno ai partecipanti la possibilità di ammirare gli ambienti museali in esclusiva e nella suggestione della sera.Le visite proposte sono tre, tutte diverse tra loro per contenuti e modalità di svolgimento, e sono state ideate per offrire ai visitatori percorsi diversi e molto particolari.Le tre visite verranno svolte per due volte in date diverse e saranno condotte dallo scrittore napoletano Martin Rua, dal direttore del Museo Cappella Sansevero Fabrizio Masucci, e dall’associazione culturale Nartea, che propone interessanti visite teatralizzate nei luoghi più belli della città.In particolare le visite previste sono le seguenti:Simboli e segreti della Cappella Sansevero: percorso esoterico con Martin Rua; assieme allo scrittore ed esperto della tradizione esoterica saranno svelati i simboli della Cappella, tra rituali massonici e procedimenti alchemici, alla scoperta dei misteri dello straordinario monumento.Il Testamento di Pietra: visita guidata teatralizzata a cura dell’associazione culturale NarteA, che farà conoscere la Cappella Sansevero attraverso le voci degli attori che rappresenteranno il principe di Sangro, lo scultore Giuseppe, e il medico Giuseppe Salerno, facendo scoprire i rapporti tra il principe e gli artisti che vi lavorarono.Raimondo di Sangro: una vita all’opera, visita guidata con Fabrizio Masucci, direttore del Museo Cappella Sansevero. Attraverso i capolavori del tempio barocco si conosceranno alcuni aspetti della straordinaria vita del principe Raimondo di Sangro di Sansevero, interprete dei fermenti innovatori della Napoli settecentesca. Il suo grande progetto iconografico ci ha lasciato un grande capolavoro quale è la Cappella Sansevero.Il calendario di queste iniziative è:venerdì 12 aprile – ore 20:00 con Il Testamento di Pietra; venerdì 10 maggio – ore 20:00, dal tema Raimondo di Sangro: una vita all’opera; venerdì 24 maggio – ore 20:00, con Simboli e segreti della Cappella Sansevero. In replica il Testamento di Pietra il 7 giugno, Raimondo di Sangro – una vita all’opera il 14 giugno. La Cappella San Severo si trova in Francesco de Sanctis, 19 Napoli, il prezzo del biglietto è 18 euro più 2 euro per il diritto di prenotazione. Contatti e informazioni al numero 0815518470.
 
Sabato sera, per gli amanti della musica alla vecchia maniera, “Vini e Vinili”. L’appuntamento è dalle ore 19 al caffè & bistrot letterario - Il tempo del vino e delle rose, che si trova in piazza Dante a Napoli. La serata si svolgerà tra le parole di Stefano Piccirillo, voce della radio italiana, giornalista, docente di comunicazione e scrittore, e i dischi di Andrea Gambardella, icona del clubbing italiano, che mixerà non solo i suoi vinili, ma anche quelli che porteranno i partecipanti alla serata, con l’obiettivo di tornare a ballare sulle canzoni che hanno fatto la storia dance di ognuno di noi. 

Ancora musica per questo sabato e domenica sera, questa volta al museo di Pietrarsa con l’evento “Suggestioni Musicali a Pietrarsa”. Dalle ore 20 alle 23 sarà possibile vivere il museo ferroviario nazionale in modo speciale, in occasione dei 180 anni della Napoli - Portici. La suggestiva modalità di ascolto musicale con cuffie “silent” accompagnerà gli ospiti nella mostra fotografica “Il Sogno di Bayard dal 1839 al 2019 - Lo scatto dell’anima”. Performance di sax e proiezioni, arricchiranno il percorso nei sapori negli spazi street food. Gli ospiti potranno visitare liberamente il museo. L’ingresso alla serata costa 7 euro, la prenotazione è necessaria sul web www.associazionemousike.com, oppure tramite whatsapp al 3402399453.
 
Sabato e domenica “La salute scende in piazza – giornate di visite gratuite”. Il SISM - sede locale di Napoli/Vanvitelli, torna a piazza Dante per un weekend di screening e visite gratuite. A disposizione del pubblico ci saranno professori, medici e specializzandi dell'Università della Campania Luigi Vanvitelli e del I Policlinico. L’appuntamento è per sabato in piazza Dante a Napoli dalle ore 9 alle 18, e domenica dalle 9 alle 14.
 
“50 anni a Napoli” è il titolo della mostra di Sergio Siano in programma per domenica alle ore 18, presso la Salumeria UPnea - ristorante e galleria d’arte, in via San Giovanni Maggiore Pignatelli 35 a Napoli. Sergio Siano è un importante fotografo napoletano, profondo conoscitore della sua città, autore di testi che conducono il lettore a un approccio nuovo verso di essa. Undici significativi scatti saranno esposti presso la Salumeria, dove per questa occasione, verrà offerto un buffet di specialità gastronomiche. L’orario di inizio è previsto per le 20.00, l’evento si protrarrà fino alle 23.30; l’ingresso è libero. Contatti al 08119364649 o scrivendo a info@salumeriaupnea.com.
 
Domenica mattina, con partenza alle 10.30 dalla funicolare di via Cimarosa al Vomero, si potrà partecipare al percorso “Scale con vista mare: il Petraio, tour nello stile liberty”. Quella del Petraio è una speciale passeggiata tra i vicoli panoramici che dal Vomero porta direttamente in centro storico, organizzata questa domenica da Hotc – Heart of the city. Un luogo unico dove poter ammirare le costruzioni in stile liberty, a cominciare dalla casa del grande Eduardo Scarpetta, continuando per la famosa discesa del Petraio da cui si gode della vista su tutto il golfo. Il percorso termina a Piazza del Plebiscito. Il costo del tour è di 8 euro, ridotto a 4 euro da 8 a 17 anni, i bimbi fino ai 7 anni non pagano. La prenotazione è obbligatoria, per farlo si potrà scrivere a info@heartofthecity.it, o inviare un whatsapp al 3770994320. Website: www.heartofthecity.it
 
Per chi avesse voglia di organizzare una gita fuori porta, un’idea potrebbe essere quella di andare Ravello, per partecipare alla suggestiva Via Crucis in costume, con 300 figuranti. Come ogni domenica delle Palme, Ravello organizza questo particolare evento, uno dei più caratteristici della Settimana Santa sulla Costiera Amalfitana. La via Crucis prevede la partecipazione di circa 300 figuranti e 40 attori, e come sempreinizierà alle ore 20 da piazza Fontana Moresca, dove saranno allestite le prime due scene del percorso: l’orto degli ulivi, dove Gesù ammaestra le folle, a seguire l’angoscia del Getsemani, e poi il Sinedrio, luogo in cui Gesù verrà processato e condannato dai sacerdoti e da Caifa, sommo sacerdote.Anche quest’anno saranno almeno una quarantina gli attori e 300 i figuranti, che impersoneranno tutte le figure Evangeliche: da Gesù a Barabba, dalla Madonna alla Veronica, da Caifa a Pilato, da Nicodemo a Giuseppe d’Arimatea, dal Cireneo a Giovanni, da Pietro alla Maddalena.Grande come sempre sarà il lavoro della regia, dei sarti, degli arredatori, del Comune, delle Associazioni e di tutti i ravellesi; il Calvario terminerà in piazza del Duomo.
 
 
 

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 16:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA