Napoli, cosa fare nel weekend del 19 e 20 novembre

Tutti gli eventi, spettacoli e mostre

Napoli, cosa fare nel weekend del 19 e 20 novembre
Napoli, cosa fare nel weekend del 19 e 20 novembre
Venerdì 18 Novembre 2022, 10:00
6 Minuti di Lettura

Ecco tutti gli eventi teatrali e le visite guidate a Napoli nel weekend dall'19 al 20 novembre.

Il teatro

Teatro San Ferdinando

Dal 15 al 20 novembre in scena “Libidine violenta” di Enzo Moscato. Reci, un’eccentrica scrittrice, o vecchia cantante fuori moda, dall’ambigua identità sessuale, dichiara di volersi – forse – suicidare perché non riesce a buttar giù le sue scandalose memorie. Ne sussegue un gioco di visioni, ricordi, evocazioni, improbabili balletti, telefonate schizofreniche, incontri misteriosi, tutti partoriti e messi in scena dalla mente sgangherata della Reci e costantemente doppiati, replicati, proiettati, come in un vertiginoso carnevale.

Teatro Mercadante

Dal 16 al 27 Antonio Capuano torna a teatro con “Totò e Peppino” testo che rende omaggio al teatro di Samuel Beckett. Una volta, Totò e Peppino si misero in scena, essi stessi in una pièce di un autore contemporaneo che, si diceva, facesse un Teatro assurdo. Purtroppo non si è mai saputo, né quando, né dove la realizzarono. L’unica cosa che si sa, è il nome dell’autore di quella pièce: Samuel Beckett.

Dal 19 al 30 novembre arriva “Ferito a morte” tratto dal romanzo di Raffaele La Capria:  un libro sul fallimento della borghesia meridionale, sul marciume corrosivo del denaro, sullo sciupio del sesso, sul disfacimento della città all’unisono con chi la abita, sulla logorrea e la megalomania, sul piacere di apparire e fingersi diversi da come si è.

Teatro Sannazaro

Dal 18 al 20 novembre arriva “Il medico dei pazzi” di Eduardo Scappetta, dalla regia di Claudio Di Palma: un giovane sfaccendato fa credere a suo zio di essere medico a Napoli in una clinica per malati di mente. Al sopraggiungere inatteso dello zio il giovane spaccia i clienti di un albergo da lui frequentato come i casi clinici che è impegnato a seguire e curare.

Teatro Bellini

Solo il 19 novembre Eva Cantarella in “Armi e potere: le regine guerriere”: la professoressa mostreràcome sia nel mito – come nel caso delle Amazzoni – sia nella realtà – come nel caso di Zenobia, regina di Palmira – le donne del mondo antico all’occasione hanno praticato anche l’arte della guerra, infliggendo agli uomini severe sconfitte.

Fino al 20 novembre lo spettacolo “Tutto sua madre” un esilarante monologo che racconta la storia racconta di Guillaume e del suo coming-out al contrario. Infatti, frettolosamente catalogato dal padre e dai fratelli come omosessuale, Guillaume si ritrova ad imitare e a far vivere tutte le donne che ha immaginato o conosciuto, diventando via via la Principessa Sissi, una perfetta ballerina andalusa, sua nonna, sua zia ed ovviamente sua madre, nel tentativo di farsi vedere come “unico”. Il tutto, prenderà una piega bizzarra e imprevedibile, che lo condurrà finalmente ad incontrare una ragazza con cui scoprire finalmente la possibilità di vivere un amore diverso, ma autentico. 

Fino al 27 novembre arriva lo spettacolo di Alessandro Gassman: “Qualcuno volò sul nido del cuculo” romanzo che Ken Kesey. Narra, attraverso gli occhi di Randle McMurphy, uno sfacciato delinquente che si finge matto per sfuggire alla galera, la vita dei pazienti di un manicomio statunitense e il trattamento coercitivo che viene loro riservato. 

Teatro Nuovo

Fino al 20 novembre il nuovo spettacolo di Ascanio Celestini “Museo Pasolini”: Celestini ci guida in un ipotetico Museo Pasolini che, attraverso le testimonianze di chi l’ha conosciuto, ma anche di chi l’ha immaginato, amato e odiato, si compone partendo dalle domande: qual’è il pezzo forte del Museo Pasolini? Quale oggetto dobbiamo cercare? 

Teatro Augusteo

Fino al 20 novembre Paolo Caiazzo in “Separati ma non troppo”: nel tentativo di regalarsi una serata trasgressiva accettano un incontro al buio con due donne conosciute su Tinder. Scoprono ben presto di aver però agganciato le proprie ex. La serata prende una piega inaspettatamente piacevole.

Teatro Diana

Fino al 20 novembre Lina Sastri in “Eduado Mio- maestro di vita e di palcoscenico”, spettacolo in parole, musica e poesia che racconta il maestro del teatro napoletano attraverso i ricordi personali dell'attrice della sua conoscenza in teatro e nella vita: l’uomo Eduardo attraverso le lettere, poesie e qualche citazione delle sue opere, il tutto accompagnato dalla musica che lui molto amava.

Teatro Bracco

Fino al 20 novembre “Quando spunta la luna a Marechiaro”, uno spettacolo di canzoni classiche e vecchi motivi napoletani. Tre musicisti e tre cantanti in un racconto sulla canzone napoletana e della sua evoluzione e diffusione in tutto il mondo. 

Teatro Viviani

Dal 18 al 20 novembre debutta in prima assoluta “Passione”, un lavoro originale di Maurizio de Giovanni che rientra nel ciclo delle conferenze cantate. Passione è un viaggio attraverso gli autori delle nostre canzoni: le sofferenze e le gioie, gli umori dell’epoca, i sentimenti, la storia che hanno percorso nelle loro vite, per regalarci le melodie che ci hanno resi famosi nel mondo, e uno dei momenti più belli dell’orgoglio di essere nati in questa terra.

Gli eventi

Dal 18 al 20 novembre, dalle 10:00 del primo giorno alle 23:45 dell'ultimo, in piazza Salvo d’Acquisto, l'associazione Cioccolatieri Choco Amore organizza la Festa del Cioccolato artigianale.

Venerdì 18 e sabato 19 novembre, il progetto “Vedi Napoli Sacra e Misteriosa e poi torni”, nella Sala Italia di Castel dell'Ovo

Venerdì 18 novembre, alle 20.30, Carmine Coppola proporrà al pubblico lo Spettacolo di Pulcinella, accompagnato da Lucio Sigillo (chitarra e voce) e Angelo Vacca (mandolino).

Sabato 19 novembre, alle 20.30, Solis String Quartet, il quartetto d’archi, composto da Vincenzo Di Donna (violino), Luigi De Maio (violino), Gerardo Morrone (viola) e Antonio Di Francia (violoncello), che propone un concerto concepito come un diario di bordo, con un repertorio musicale creato ad hoc per l’occasione con brani e composizioni della migliore tradizione classica, fusi con composizioni del ‘500 dove la sacra spiritualità delle stesse veniva costantemente irrisa e profanata con canti e villanelle di estrazione popolare, tramandate a voce fino ai giorni nostri, alimentando un folklore locale fatto di religiose credenze e forti superstizioni, oltre che composizioni originali tratte dall'album “Promenade” e i migliori momenti dell’album precedente “Metrò con un omaggio” a Mozart ed Astor Piazzolla con una composizione originale dal titolo MozarTango. Prenotazione obbligatoria sulle pagine social Questi Fantasmi Napoli.

Sabato 19 novembre, al Lapis Museum ci sarà la visita teatralizzata Selene – Un bacio rubato tra il sole e la luna”. Disponibili due turni, uno alle 19:30 e l'altro alle 21:30.

Sabato 19 novembre, alle ore 21:30, presso la Galleria Borbonica si esibiranno i Quartieri Jazz di Mario Romano. La band suonerà i propri album e alcuni omaggi al maestro Pino Daniele nel concerto Neapolitan Gipsy Jazz e omaggi a Pino Daniele.

Domenica 20 novembre, l'escursione Enigma tour dalla tomba di Virgilio al diavolo di Mergellina inizierà dalla tomba del poeta alle 10:15 e proseguirà fino alla baia del litorale partenopeo. Il tour si concluderà, dopo due ore e mezza, a uno chalet sul lungomare per prendere un aperitivo. Si può prenotare dal sito di De Rebus Neapolis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA