Greenpeace, il gruppo di Napoli lancia il quarto locale plastica zero é “O wok”

Greenpeace, il gruppo di Napoli lancia il quarto locale plastica zero é “O wok”
Martedì 2 Novembre 2021, 11:51
3 Minuti di Lettura

Riparte l’iniziativa plastica zero, con cui Greenpeace insieme ai propri volontari, vuole creare una rete di locali che hanno deciso di “entrare in azione” per ridurre l’inquinamento da plastica dei nostri mari. I volontari del gruppo locale di Napoli hanno organizzato in città, insieme a “O wok” in via Duomo 195, dalle ore 18:30 un aperitivo per annunciare l’entrata nel network #plasticazero, di un quarto locale dopo “Caffettiamo” a Bagnoli e al Vomero, “Nam43” in via Costantinopoli e “Menhir” a Pozzuoli.

“O wok” aderirà ufficialmente alla rete, rendendo pubblico il proprio impegno a non utilizzare prodotti in plastica usa e getta. Diventare un locale plastica zero vuol dire prima di tutto aderire ai nove punti del manifesto ed eliminare i prodotti di plastica usa e getta più diffusi, dai bicchieri di plastica alle cannucce, dai piatti alle bottiglie.

Video

I locali entrati nella rete renderanno pubblica la loro adesione esponendo il logo dell’iniziativa e si impegnano a promuovere attività per sensibilizzare i propri clienti e fornitori su tale problematica, come l’aperitivo organizzato il 4 novembre prossimo presso O wok”.

L’aperitivo si svolgerà in un ambiente conviviale e amichevole, a zero plastica, e darà l’opportunità di approfondire le buone pratiche contro il monouso e lanciare la Green City Map, una mappa digitale per ripensare il modo in cui viviamo le nostre città e scoprire il loro lato più green. Con questa mappa si intende promuovere uno stile di vita più sostenibile e offrire a cittadine e cittadini uno strumento per ridurre l'impatto ambientale, dai trasporti ai consumi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA