Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, ecco «Infood»: uno stand-infopoint per la nutizione (e il benessere)

Mercoledì 6 Aprile 2022
Napoli, ecco «Infood»: uno stand-infopoint per la nutizione (e il benessere)

Mangiare bene con un salutare stile di vita si può, anche grazie ai consigli dei biologi. E se la pigrizia ci tiene lontani dai consulti con gli specialisti, saranno loro a venirci incontro. È quanto accadrà a Napoli, dove non sarà difficile imbattersi in un nutrizionista. Basterà percorrere via Vergini nel Rione Sanità, magari a piedi, e raggiungere lo stand del progetto “Infood – Gli infopoint della nutrizione”, con il contributo dell’Ordine Nazionale dei Biologi.

L’iniziativa è stata ideata dalla biologa esperta in nutrizione umana Francesca Caruso, che attraverso il Brand Nutrizione 2.0 propone da anni un approccio innovativo all’alimentazione, e Valentina De Mari, esperta in comunicazione. A partire dal 7 aprile, in occasione della giornata mondiale della salute, e tutti i mercoledì fino al 22 giugno 2022, attraverso questo avamposto del benessere, sarà promossa una campagna di sensibilizzazione sulla corretta alimentazione e su un diligente stile di vita come prevenzione ad un ampio ventaglio di patologie. Si potranno ricevere informazioni sull’opportunità di seguire diete con una contenuta densità energetica, con una presenza non marginale di frutta e verdura, e sulla necessità di rispettare sane abitudini alimentari.

Nell’Infood point, la nutrizionista Caruso, insieme ai biologi nutrizionisti di Nutrizione 2.0, sarà a disposizione dell’utente per fornire un elenco dei cibi di stagione ed a chilometro zero, menu settimanali, ricette salutari e nuovi alimenti di uso poco comune ma di alto valore nutrizionale. Come attività integrative, si potranno approfondire le tematiche che vanno dalle sinergie con le scuole alla promozione dell’attività motoria. Il progetto mira ad essere un riferimento “di quartiere” per instaurare un circolo virtuoso che aiuti l’intera comunità a mangiare in modo sano, produrre e vendere alimenti genuini, ascoltare consigli qualificati perché solo un messaggio forte e scientificamente valido può sortire l’effetto desiderato, con un occhio alle nuove generazioni.

L’Italia, infatti, è tra i paesi europei con i valori più elevati di eccesso ponderale nella popolazione in età scolare, con una percentuale di bambini in sovrappeso del 20,4% e di bambini obesi del 9,4%, compresi i gravemente obesi che rappresentano il 2,4% (Dati OKkio alla Salute – Istituto Superiore di Sanità, 2019). Anche di questo si discuterà nell’Infood point. Per informazioni, è disponibile il sito internet www.infoodpointnutrizione.it e, sui social network, la pagina “facebook.com/infoodnutrizione” e la pagina Instagram “infood_nutrizione”

© RIPRODUZIONE RISERVATA