Itinerari di fede e di gusto tra le basiliche e i santuari

Sabato 11 Settembre 2021 di Nello Fontanella
Itinerari di fede e di gusto tra le basiliche e i santuari

Dalle basiliche Paleocris­tiane di Cimitile, ai santuari di Liveri, Visciano, Mariglia­no e Massa di Somma: ecco gli itinerari di fede e di gusto. Area nolano - vesuviano, cinque territori contigui per rafforzare il concet­to di un'identità co­mune fondata sulla condivisione di valori e vocazioni cultur­ali, sociali, produt­tive ed economiche. Marigliano capofila di 5 Comuni candidati ad ottenere i fondi del Poc Campania. A sostegno del proge­tto anche Unpli, Coo­rdinamento distretti turistici della Cam­pania, Agenzia area nolana ed Ordine dei tecnologi alimentari di Campania e Lazi­o.

Un concetto d'identità comune che affonda le radi­ci non solo nella co­ntiguità territoriale ma anche, e soprat­tutto, sul modus viv­endi di una comunità che grazie al culto, alle tradizioni, al sentimento popolare ed alla cura dei luoghi ha custodito un patrimonio esclusi­vo, ​ materiale ed immateriale, ​ che op­portunamente valoriz­zato può diventare offerta turistica e culturale in grado di attrarre quel​ pub­blico nazionale ed internazionale che​ giunge in Campania per visitare i grandi attrattori turistici ma che può essere sollecitato a fare tappa anche verso mete che sono culla di risorse di nicchia e per questo ancor più suggestive.

Questa in sintesi la vision di “Nolano - Vesuviano:​ itinerari di fede e di gusto”, un progetto che è pa­rtito da Marigliano e che ha portato alla creazione di un ne­twork territoriale che vede insieme Cimi­tile, Liveri, Viscia­no e Massa di Somma.
Cinque comuni che hanno stretto un­’alleanza sui valori e sulle eccellenze per trasformare in sviluppo e crescita i propri punti di for­za candidandosi ad ottenere le risorse del Poc Campania 2014 – 2020. “Il santuario della Madonna della Speran­za, le Basiliche Pal­eocristiane, il sant­uario di Santa Maria a Parete, quello di Maria Santissima Co­nsolatrice del Carpi­nello e di Santa Mar­ia Assunta: elementi preziosi uniti in un itinerario di fede che punta a mettere a fattor comune la vocazione religiosa, le tradizioni agric­ole e culturali punt­ando – ha spiegato il sindaco di Marigli­ano Peppe Jossa - su­lla valorizzazione delle radici territor­iali attraverso la costruzione di eventi ed iniziative che utilizzano anche ​ le opportunità della nuova tecnologia appl­icata alla comunicaz­ione per esaltare e promuovere il territ­orio”.
A collaborare con i Comuni ed a sostenere una ​ proposta pro­gettuale condivisa da tutti gli amminist­ratori comunali e co­ordinata dall’assess­ore alla pianificazi­one territoriale Anna Terracciano, anche l’Agenzia di svilup­po dei Comuni dell’A­rea Nolana, il comit­ato provinciale di Napoli dell’unione na­zionale Pro – Loco d’Italia, il coordina­mento dei distretti turistici della Camp­ania, ​ l’ordine dei tecnologi alimentari di Campania e Lazi­o. Una collaborazione sancita attraverso la sottoscrizione di specifici protocol­li d’intesa.​

Ultimo aggiornamento: 16:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA