«Napoliland», in mostra le metamorfosi urbane secondo Mario Compostella

Mercoledì 28 Novembre 2018
«Napoliland», in mostra le metamorfosi urbane secondo Mario Compostella

L'acciaieria Ilva di Bagnoli, lo Sferisterio Partenopeo di Fuorigrotta, il pilone della Funivia di Posillipo in Cavalleggeri D'Aosta. Tre elementi urbani incisi e decorati con antiche tecniche artistiche creano un “jai-alai” (gioco allegro in lingua basca) tra grafica, spazio e tecnica.

Nasce così la trilogia NAPOLILAND - Metamorfosi urbane dell'artista Mario Compostella che sarà inaugurata giovedì 29 novembre alle 17.30 a SpazioIris, via Cinthia 37 a Napoli (Info 320 9647638).

Il tempo trascorso dalla loro dismissione ad oggi ha trasformato questi elementi abbandonati in parte integrante del paesaggio. Svuotati della loro funzione offrono oggi una nuova possibilità immaginaria. Un nuovo punto di partenza che mi ha portato ad intraprendere il difficile esercizio della decorazione urbana applicandola a luoghi fortemente connotati nell'immaginario collettivo. Colori materici come argilla, grafite, gommalacca e materiali preziosi come oro e argento a foglia sono in grado di dare nuova vita attraverso la loro trasformazione. Una vera metamorfosi urbana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA