Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Palazzo Reale SummerFest», Maurizio Lastrico e Ditonellapiaga chiudono la seconda edizione

Mercoledì 27 Luglio 2022
«Palazzo Reale SummerFest», Maurizio Lastrico e Ditonellapiaga chiudono la seconda edizione

È giunta all’ultima settimana di programmazione la seconda edizione di «Palazzo Reale SummerFest», con la direzione artistica di Maurizio Costanzo, che ospita dalle ore 21 live e spettacoli nel Giardino Romantico di Palazzo Reale, anticipati dagli «Aperitivi Reali» a partire dalle ore 18.30. Venerdì 29 luglio si parlerà la lingua di Dante con Maurizio Lastrico e il suo spettacolo «Lasciate ogni menata voi che entrate». L’attore, comico e cabarettista genovese – che nel corso degli anni ha preso parte a programmi di grande successo come Zelig e Le Iene, oltre che alla serie tv Don Matteo – racconterà, attraverso la recitazione dei suoi celebri endecasillabi, incidenti quotidiani, imprevisti e caos, mescolando il tono alto e quello basso e dando vita a un gioco comico di grande impatto.

Sabato 30 luglio la chiusura di «Palazzo Reale SummerFest» sarà affidata al live di Margherita Carducci, in arte Ditonellapiaga. L’artista ha conquistato il disco di Platino per l’esplosivo e provocatorio «Chimica», brano che ha cantato in coppia con Donatella Rettore sul palco dell’Ariston, e con il suo album d’esordio «Camouflage» ha entusiasmato pubblico e critica, aggiudicandosi la «Targa Tenco 2022» per la miglior «Opera Prima». Tra nu-soul e R’N’B, frenetici ritmi latin e virate psichedeliche, inebrianti canzoni pop e sofisticate sonorità elettroniche, Margherita porterà i brani di «Camouflage», un album che rappresenta il perfetto autoritratto di un’artista in grado di vestire i panni di icona urban, femme fatale di un film noir ma anche ragazza della porta accanto. Il suo è un composito universo espressivo tenuto insieme da un’anima che ha il respiro del più elegante e sofisticato pop internazionale, da una sincerità profonda e, soprattutto, da una voce intensa, dal timbro inconfondibile, capace di spingersi fino alle più ardite evoluzioni, degne delle grandi interpreti jazz.

Ultimo aggiornamento: 21:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA